Usl Umbria 1, a Città di Castello un punto d’ascolto gratuito per i giovani - Tuttoggi

Usl Umbria 1, a Città di Castello un punto d’ascolto gratuito per i giovani

Redazione

Usl Umbria 1, a Città di Castello un punto d’ascolto gratuito per i giovani

Il servizio ad accesso libero è attivo presso il Centro di Aggregazione Giovanile (CAG) di Via dei Galanti 2
Mar, 18/06/2019 - 13:02

Condividi su:


Dopo il successo riscontrato nel distretto del Trasimeno e in quello di Perugia, anche a Città di Castello è nato un punto d’ascolto dedicato ai giovani.

Non si tratta di un consultorio o di un servizio sociale ma semplicemente di un luogo dove i ragazzi tra i 14 e i 24 anni possono recarsi per potersi confrontare con uno psicologo, per trovare qualcuno disposto ad ascoltarli e in grado di fornire risposte alle loro domande. Il servizio, completamente gratuito, è attivo il martedì dalle ore 15 alle ore 18,30.

Lo scopo del progetto – spiega Daniela Felicioni, responsabile del distretto Alto Tevere della Usl Umbria 1 – è quello di ampliare la rete di professionisti competenti in grado di intercettare i bisogni emergenti dei giovani. Il punto d’ascolto è un luogo a cui i ragazzi possono accedere liberamente, senza appuntamento, che ci è utile per promuovere strategie di benessere”.

Il punto d’ascolto ha visto come protagonisti i ragazzi anche nella fase di progettazione. Sono stati proprio loro a suggerire la scelta della sede e degli orari, in più hanno collaborato attivamente a pubblicizzare il servizio attraverso la distribuzione dei volantini informativi durante l’evento “Shake Dance Festival” (foto), tenutosi sabato 15 giugno a Città di Castello nei giardini di Via Diaz, cui hanno partecipato tantissimi giovani.

Gli incontri si svolgono in un’ottica di promozione della salute, di ascolto, sostegno e orientamento – sottolinea Caterina Magliocchetti, coordinatrice del progetto per il Distretto Alto Tevere – e vuole essere un punto di raccordo tra la comunità ed i servizi”.Il punto di ascolto – conclude Alice Bertuzzi, psicologa e psicoterapeuta che conduce i colloqui con i ragazzi – ha lo scopo di promuovere l’autodeterminazione degli adolescenti e dei giovani adulti rendendoli anche protagonisti attivi del progetto”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!