Università per Stranieri, record di iscrizioni e scacco a Siena - Tuttoggi

Università per Stranieri, record di iscrizioni e scacco a Siena

Redazione

Università per Stranieri, record di iscrizioni e scacco a Siena

La classifica de La Repubblica: in Italia più studenti, ma anche più trappole del numero chiuso, anche a UniPg
Lun, 01/07/2019 - 18:28

Condividi su:


Università per Stranieri, record di iscrizioni e scacco a Siena

L’Università per Stranieri di Perugia è il secondo Ateneo italiano per incremento di immatricolazioni nell’ultimo anno accademico. Con 460 iscrizioni, infatti, UniStra Perugia incrementa di quasi il 23% le iscrizioni dell’anno precedente. Facendo segnare un incremento che è secondo soltanto a quello dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, che ha segnato una crescita del 35,7%.

Un risultato, quello raggiunto da Palazzo Gallenga Stuart, raggiunto grazie alle sinergie attivate con la Cina, che hanno consentito di portare numerosi studenti asiatici a Perugia. Ma anche una serie di collaborazioni con vari Atenei europei, l’attivazione di corsi che seguono le richieste professionali dell’attuale mercato del lavoro ed una seria attività di ricerca scientifica.

A rendere ancora più importante il risultato di UniStra Perugia il flop dei cugini della vicina Siena, che con un -7,67% fa segnare il secondo arretramento più pesante tra gli Atenei italiani. Quella Siena a cui, pericolosamente, l’Università degli Studi di Perugia aveva fatto l’occhiolino, con scelte che avevano creato non pochi imbarazzi a Perugia.

Anche l’Università degli Studi di Perugia fa bene, con il numero di richieste che superano i posti disponibili ai corsi ad accesso programmato. Perché per molti Atenei c’è il “tappo” del numero chiuso. Per evitare, insomma, di fare il passo più lungo della gamba. E non soltanto per ragioni di qualità dell’insegnamento e di adeguatezza delle strutture. Una presenza di studenti eccessiva rispetto a quelli che una Università può sostenere, in base ai propri programmi, può portare nel medio periodo a scompaginare pericolosamente attività e bilanci. Tant’è che spesso ad incrementare i numeri di immatricolazioni sono i piccoli Atenei, che al contrario hanno bisogno di studenti per sopravvivere.

Ed ecco allora il fenomeno spiegato, numeri alla mano, dall’indagine del quotidiano La Repubblica: in Italia salgono le matricole universitarie (tornare a superare quota 300mila) ma di pari passo aumentano anche i corsi a numero chiuso.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!