Umbria terra di santi, ma chiese sempre più vuote - Tuttoggi

Umbria terra di santi, ma chiese sempre più vuote

Redazione

Umbria terra di santi, ma chiese sempre più vuote

Il Rapporto Mediacom043: dal 2001 ad oggi 55mila umbri in meno frequentano chiese e altri luoghi di culto
Lun, 04/11/2019 - 14:54

Condividi su:


Umbria terra di santi, ma chiese sempre più vuote

Umbria terra di santi, ma non di santificatori delle feste. Nella regione, infatti, i frequentatori di funzione religiose sono crollati tra il 2001 e il 2018 da 232mila a 177mila (55mila, pari -23,7%), mentre coloro che non frequentano mai sono saliti fortemente, passando dai 122mila del 2001 ai 218mila del 2018 (+96mila, pari a +78,7%). In entrambi i casi, sia sul calo dei frequentanti che del boom di non frequentanti, i dati umbri sono superiori alla media nazionale, dove soltanto nel 2018 coloro che non frequentano almeno una volta a settimana le funzioni religiose hanno superato i praticanti, fenomeno che in Umbria si verifica già dal 2016.

E’ quanto emerge dal Rapporto Mediacom043. Nel 2018 l’Umbria è, tra le 20 regioni italiane, la quattordicesima per partecipazione religiosa e la decima per percentuale di popolazione che non frequenta mai luoghi di culto.

Dopo l’anno della svolta, il 2016 appunto, l’indifferentismo religioso in Umbria ha continuano ad allargarsi velocemente: nel 2018 nella regione i frequentanti almeno una volta a settimana sono il 21,1% (si tratta di 177mila persone) della popolazione oltre i sei anni d’età, i mai frequentanti il 26% (218mila persone). In altre parole, i mai frequentanti superano di 41mila i frequentanti.

Guardando all’arco considerato dal Rapporto Mediacom043, tra il 2001 e il 2018 la percentuale sul totale della popolazione di coloro che frequentano almeno una volta a settimana è sceso in Umbria dal 29,7% al 21,1% (-8,6 punti percentuali), mentre coloro che non frequentano mai sono passati dal 15,6% al 26% (+10,4 punti percentuali). In altre parole, il saldo tra frequentanti e mai frequentanti è passato in Umbria, tra 2001 e 2018, da +14,1 a -4,9 punti percentuali.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!