Umbertide, approvato dal Consiglio comunale il regolamento sul Controllo di Vicinato - Tuttoggi

Umbertide, approvato dal Consiglio comunale il regolamento sul Controllo di Vicinato

Redazione

Umbertide, approvato dal Consiglio comunale il regolamento sul Controllo di Vicinato

Soddisfazione dal sindaco Carizia e dall'assessore alla Polizia locale Cenciarini "Importante collaborare in 'rete' per garantire la sicurezza e segnalare situazioni di irregolarità"
sabato, 30/11/2019 - 13:02

Condividi su:


Umbertide, approvato dal Consiglio comunale il regolamento sul Controllo di Vicinato

Nel corso della recente seduta (28 novembre) del Consiglio comunale di Umbertide è stato approvato il regolamento sul Controllo di Vicinato, che rappresenta un importante strumento per la sicurezza urbana del Comune nell’ottica della massima collaborazione tra i cittadini e le Forze di Polizia.

Il Controllo di Vicinato, infatti, riconosce il ruolo del cittadino nell’ambito della sicurezza, valorizzandone la figura di segnalatore qualificato e conoscitore del proprio quartiere. La presenza sul territorio e la familiarità dei propri vicini rappresenta una fonte di informazione preziosa per comprendere i movimenti nel quartiere e individuare i fattori di illegalità.

Il sindaco Luca Carizia aveva immediatamente creduto nell’importanza del Controllo di Vicinato, tanto da rappresentare il primo protocollo ufficiale sottoscritto con il Prefetto di Perugia. Successivamente con l’insediamento della Giunta, l’assessore alla Polizia Locale Francesco Cenciarini, fin da subito, ha avviato le complesse procedure per l’attivazione di questo nuovo strumento, individuando i Consigli di Quartiere quale ambito territoriale omogeneo, attraverso i quali sviluppare una rete di collegamento tra cittadini, in grado di collaborare tra loro e segnalare eventuali fattori di insicurezza.

Il sistema del Controllo di Vicinato sviluppato dal Comune di Umbertide si articola attraverso un regolamento, che ne disciplina gli aspetti generali attraverso un “Progetto di Vicinato” e che stabilisce le norme specifiche dei gruppi di vicinato e definisce i ruoli dei partecipanti. Estremamente chiaro è di conseguenza il compito dei cittadini: ad essi spetta infatti il ruolo di osservatori della presenza di persone, veicoli e situazioni di degrado e, successivamente, agli stessi spetta di riferire all’interno del proprio gruppo di vicinato e ai coordinatori, che si interfacceranno con Comune e Polizia Locale. Tale forma di controllo non sostituisce né la denuncia di reato alle Forze di Polizia né costituisce uno strumento di intervento attivo aggiuntivo a quello delle Autorità preposte alla sicurezza ma consente ai cittadini di collaborare in “rete” con i propri vicini per garantire la sicurezza e il decoro del quartiere e segnalare le situazioni di irregolarità e degrado.

L’assessore Cenciarini evidenzia come “la peculiarità delle informazioni fornite dai diretti interessati alla vivibilità dei quartieri rappresenti uno strumento importantissimo per la sicurezza della città e per la tutela del territorio, che permetterà inoltre di generare una rete di rapporti tra i vari abitanti del vicinato fornendo altresì informazioni utilissime per le Forze di Polizia”. Estrema soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco Carizia, che ha visto come il collegamento tra i cittadini, realizzato attraverso le piattaforme informatiche, rappresenti un intelligente impiego delle nuove tecnologie al servizio della sicurezza urbana e del contrasto al degrado urbano.


Condividi su:


Aggiungi un commento