“Tutti protagonisti…nessuno escluso”, conclusi a Spoleto i Giochi della Gioventù 2019

“Tutti protagonisti…nessuno escluso”, conclusi a Spoleto i Giochi della Gioventù 2019

Protagonisti 1700 alunni delle scuole Primarie degli istituti spoletini | Valori fondamentali, spirito di squadra, collaborazione, correttezza sportiva e sana competizione

share

In un clima di entusiasmo e partecipazione, dopo cinque intense giornate all’insegna del gioco e dello sport, si sono conclusi i Giochi della Gioventù 2019. I 1700 alunni delle scuole Primarie degli istituti spoletini, I Circolo Didattico, II Circolo Didattico, I.C. Spoleto 1 “Della Genga-Alighieri”, I.C. Spoleto 2 “Pianciani-Manzoni” e Maestre Pie Filippini, si sono “sfidati”, con impegno e passione, in giochi di classe, staffette e percorsi misti.

Valori fondamentali dell’iniziativa sono stati lo spirito di squadra, la collaborazione, la correttezza sportiva e la sana competizione.

Valori che già a partire dalla scuola dell’infanzia, attraverso la psicomotricità, vengono avviati per favorire una crescita armonica, in equilibrio tra mente e corpo. Proprio per questo anche i bambini più piccoli, dai 3 ai 5 anni, del II Circolo Didattico, dell’ I.C. Spoleto 1 “Della Genga-Alighieri” e della scuola dell’infanzia paritaria Don Andrea Petruccioli (per un totale di 450 alunni) sono stati coinvolti nel progetto, con giornate a loro dedicate.

I Giochi, svolti presso il PalaRota, hanno visto la preziosa collaborazione dei ragazzi e delle ragazze delle società sportive Monini Volley e La Fenice.

L’intera manifestazione è frutto della collaborazione tra il Comune di Spoleto, i Dirigenti Scolastici e le insegnanti F.S. Pinchi, Cretoni, Santi, Pibiri, Salerno e Bruni.

share

Commenti

Stampa