Truffa dello specchietto, famiglia fermata dopo inseguimento | Video

La pronta segnalazione al 113 di un cittadino ha permesso di rintracciare una famiglia, coppia raggiunta da foglio di via obbligatorio

share

Si è concluso l’emissione di due fogli di via l’inseguimento avvenuto ieri sera intorno alle 19 lungo la Marattana, a Terni. La segnalazione di un cittadino vittima di un tentativo di truffa giunta verso le 19 al 113 ha consentito ad una pattuglia della Polizia Stradale di intercettare immediatamente gli autori che alla vista degli agenti si sono dati alla fuga.

L’auto è stata fermata lungo la Marattana. All’interno c’era un’intera famiglia di nomadi italiani: i genitori e tre figli, di cui due minorenni, che dal controllo sono risultati dediti alla commissione di truffe mediante la simulazione di un incidente stradale nonché colpiti da molteplici allontanamenti da varie Questure. L’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica e sulla base dei molteplici precedenti il Questore di Terni ha emesso nei confronti di entrambi i coniugi il foglio di via obbligatorio.

La Polizia di Stato mette in guardia i cittadini dalla tecnica della truffa dello specchietto, il cui modus operandi è spesso quello di farsi superare da autovetture accusando falsamente il conducente di una collisione inesistente basata su abrasioni della carrozzeria che in realtà è lo stesso truffatore a procurare all’autovettura della vittima, che impaurita finisce per aderire a soluzione bonarie versando alla controparte (truffatrice) somme tra i 200 e i 300 euro pur di evitare possibili conseguenze ai fini assicurativi.

share

Commenti

Stampa