Uomo muore mentre prova a salvare i cani caduti in un fiume

Uomo muore folgorato mentre prova a salvare i cani caduti in un fiume | Il cordoglio dei sindaci

Redazione

Uomo muore folgorato mentre prova a salvare i cani caduti in un fiume | Il cordoglio dei sindaci

I fatti tra Giano dell'Umbria e Gualdo Cattaneo, l'uomo è rimasto folgorato da un cavo elettrico caduto nel torrente mentre soccorreva i suoi cani davanti alla moglie
Sab, 04/04/2020 - 20:24

Condividi su:


Uomo muore folgorato mentre prova a salvare i cani caduti in un fiume | Il cordoglio dei sindaci

Una tragedia, ai tempi del coronavirus. Un uomo di 70 anni, Adrio Rocchi, infatti è morto, mentre era fuori con sua moglie, per salvare i suoi cani.

I fatti sono avvenuti intorno alle 18.40, a Bastardo di Giano dell’Umbria, dietro al Consorzio Agrario provinciale.

Folgorato per salvare i cani

Rocchi stava portando a passeggio i suoi cani, insieme alla moglie, non molto distante dalla sua abitazione. Gli animali ad un certo punto sono entrati nel torrente Puglia e il settantenne si è avvicinato a loro per tirarli fuori. Nel corso d’acqua, però, come hanno constatato poi i soccorritori, era presente un cavo della rete elettrica. L’uomo, al pari dei cani, è rimasto folgorato dalla corrente e per tutti non c’è stato scampo.

Una tragedia avvenuta sotto gli occhi impotenti della moglie, che ha allertato i soccorsi. Al loro arrivo però non c’è stato nulla da fare.

Sul posto sono intervenuti il personale del 118, i vigili del fuoco di Foligno ed i carabinieri della Compagnia di Spoleto, che seguono le indagini coordinati dal sostituto procuratore Michela Petrini.

Il cordoglio dei sindaci di Giano dell’Umbria e Gualdo Cattaneo

La tragedia è avvenuta nel territorio comunale gianese, al confine con quello di Gualdo Cattaneo. Grande il cordoglio tra la comunità locale per quanto accaduto. Ad esprimerlo nella serata di sabato sono stati anche i due sindaci.

Oggi pomeriggio, nel territorio di Giano, – ha sottolineato il sindaco gianese Manuel Petruccioli – una immane tragedia ha travolto una famiglia di Cavallara. Per rispetto oggi e domani rimarrò in silenzio e non pubblicherò alcun aggiornamento sulla già difficile situazione che ci sta vedendo impegnati in questo momento. Condoglianze alla famiglia”.

Vista la tragedia avvenuta oggi di un nostro concittadino, domani rispetteremo un doveroso e rispettoso silenzio. L’intera comunità si stringe intorno a tutta la famiglia. Che la terra ti sia lieve” è stato invece il messaggio del sindaco di Gualdo, Enrico Valentini.

(Ultima modifica alle 14.20 del 5 aprile)


Condividi su: