Torna a Vallo di Nera "Fior di Cacio" 28-29 giugno - Tuttoggi

Torna a Vallo di Nera “Fior di Cacio” 28-29 giugno

Redazione

Torna a Vallo di Nera “Fior di Cacio” 28-29 giugno

nata conLa manifestazione ha lo scopo di valorizzare il prodotto ed evidenziarlo come fattore di qualità del territorio
Mar, 17/06/2014 - 17:52

Condividi su:


Torna a Vallo di Nera “Fior di Cacio” 28-29 giugno

Nei giorni 28 e 29 giugno, il borgo fortificato di Vallo di Nera ospita nelle sue strade anulari pianeggianti, intersecate da viuzze radiali molto ripide e nelle sue piazze dove prospettano edifici sacri dal perfetto aspetto romanico, la manifestazione Fior di Cacio, profumi e sapori d’Umbria in cui protagonista è il formaggio, prodotto delle greggi, transumanti e stanziali, che in questa zona della Valnerina sono presenti in notevole quantità e di cui lo stesso paesaggio agrario, risultato delle intense e secolari ceduazioni, è stato modificato per favorire la loro presenza.

Tra artisti popolari e poeti a braccio, percorrendo le vie del centro storico di Vallo di Nera, le cantine vengono aperte per alloggiare gli strumenti dei casari utilizzati nella lavorazione del formaggio in tutte le fasi, che in queste montagne sono rimaste, sostanzialmente, le medesime descritte nel periodo a cavallo tra i sec. XIV e XV dall’agronomo Corniolo della Cornia, nella sua opera “La Divina Villa”, assumendo, però, il carattere di operazione artigianale che la  sapienza popolare ha affidato alla tradizione orale, senza lasciarne tracce scritte.

Molte sono le forme di cacio, a pasta molle, dura, semicotta, cotta, o cruda, dall’aroma inconfondibile per la grande varietà di erbe, arbusti e gemme a disposizione delle bestie che pascolano all’aperto e che possono essere degustate con la parallela iniziativa “i mille matrimoni del formaggio” smentendo gli antichi pregiudizi e prescrizioni che accompagnavano il consumo di latticini, quali calcoli renali, malattie al fegato ed alla milza,  calo della vista e lebbra…tutte affezioni imputabili a latte e derivati e che si riassumono nel medievale aforisma “caseus est sanum quem dat avara manus”.

In queste due giornate di giugno, dedicate al cacio, è possibile sperimentare accostamenti, inediti e gustosi, tra il formaggio ed altre pietanze in un matrimonio all’insegna del gusto.

La manifestazione Fior di Cacio, nata con lo scopo di valorizzare il prodotto ed evidenziarlo come fattore di qualità del territorio, ha periodicità annuale ed è un appuntamento in cui i casari e i produttori di formaggio di tutta l’Umbria si ritrovano per esporre i loro prodotti in un contesto storico altamente qualificato come quello di Vallo di Nera.

Per ulteriori informazioni:
Tel. 0743/616143 – Fax 0743/617221
info@comune.vallodinera.pg.it
www.comune.vallodinera.pg.it


Condividi su:


Aggiungi un commento