Todi, centro storico / Scatta l'obbligo di copertura delle vetrine dei locali vuoti e sfitti - Tuttoggi

Todi, centro storico / Scatta l'obbligo di copertura delle vetrine dei locali vuoti e sfitti

Redazione

Todi, centro storico / Scatta l'obbligo di copertura delle vetrine dei locali vuoti e sfitti

Sab, 08/02/2014 - 15:13

Condividi su:


È il 31 marzo 2014 il termine fissato per il rispetto dell’Ordinanza emanata dal 3° Servizio “Edilizia e Ambiente” (N.6 del 6.2.2014) con la quale si chiede ai proprietari dei locali momentaneamente vuoti e sfitti, ubicati nel centro storico di Todi, di rimuovere le insegne degli esercizi commerciali cessati, con il ripristino dello stato dei luoghi, e di tenere pulite le vetrine, conservandole libere sia all’esterno che all’interno da affissioni di manifesti, volantini, fogli di giornale e simili, ad eccezione delle comunicazioni di trasferimento dell’attività in altro luogo e dell’offerta di vendita o affitto.

Entro lo stesso termine, l’Amministrazione comunale invita inoltre i proprietari a dare adeguata sistemazione alle vetrine esistenti concordando le possibili soluzioni e modalità con il Servizio “Governo del Territorio e Turismo” del Comune di Todi. Si precisa anche che, quanto stabilito dall’Ordinanza, sarà valido anche per i locali commerciali che si renderanno vuoti e sfitti successivamente al 31/03/2014.

L’Amministrazione invita pertanto i soggetti interessati ad osservare il rispetto del termine e di quanto disposto nell’Ordinanza in modo da non incorrere, in caso di inottemperanza, nelle sanzioni pecuniarie previste che vanno da 50 a 500 euro.

Gli Uffici comunali preposti sono a disposizione dei proprietari interessati per tutte le informazioni che necessitano per la corretta ottemperanza dell’Ordinanza.

“Chiediamo ai proprietari di negozi vuoti e sfitti – afferma il Sindaco Carlo Rossini – una partecipazione attiva e responsabile per ridare al nostro centro storico la giusta dignità estetica ed una migliore fruibilità del suo ricco patrimonio storico-artistico sia da parte dei cittadini che del crescente numero di turisti. Chi è proprietario di una vetrina su una pubblica via ha una responsabilità verso la città stessa. È importante che tutti gli operatori partecipino, nel termine previsto, allo sforzo richiesto per migliorare l’immagine e il decoro del nostro centro storico e contribuire così concretamente al suo rilancio sociale ed economico. Ognuno può fare la sua parte”.

Riproduzione riservata

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!