Tesei lancia la campagna social, Salvini torna in Umbria e Modena mette in guardia - Tuttoggi

Tesei lancia la campagna social, Salvini torna in Umbria e Modena mette in guardia

Redazione

Tesei lancia la campagna social, Salvini torna in Umbria e Modena mette in guardia

Il leader della Lega a Gubbio e Gualdo | Modena (FI): il voto alle regionali non sia un referendum su Salvini
Mar, 17/09/2019 - 15:39

Condividi su:


Nella vita si prendono decisioni forti, di cuore: la scelta di candidarmi alla guida dell’Umbria è una di queste. I cittadini chiedono da tempo una Regione diversa. Chiedono, soprattutto, di voltare pagina dopo gli scandali nella sanità e la cattiva gestione di questi anni“.

Dopo era stata sul palco di Pontida a fianco di Matteo Salvini, la candidata presidente del centrodestra Donatella Tesei lancia la sua campagna elettorale anche dal proprio profilo social.

L’Umbria per cui sono pronta a impegnarmi – spiega – è la Regione delle opportunità, non della rassegnazione. Capace di attrarre gli investimenti e di valorizzare le competenze. In cui la bellezza diventa valore da custodire e da promuovere, e il merito sia anteposto ai privilegi. In cui i nostri giovani siano artefici del proprio futuro, anziché essere costretti a fuggire via. È, semplicemente, l’Umbria vera, quella che ci meritiamo: bella, viva, ricca di energie da sprigionare. Costruiamola insieme. Dal 27 ottobre si cambia!“.

Salvini, doppio appuntamento in Umbria

Di fronte allo schieramento giallorosso che si formando anche in Umbria il leader della Lega, Matteo Salvini, intensifica i suoi impegni nella regione in vista del voto del 27 ottobre. Doppio appuntamento per il Capitano mercoledì 18 settembre a Gubbio e giovedì 19 settembre a Gualdo Tadino

Il leader della Lega, insieme alla candidata Governatrice dell’Umbria per il centrodestra, Donatella Tesei, incontreranno i cittadini mercoledì 18 settembre alle ore 18 al Teatro comunale di Gubbio, mentre giovedì 19 settembre dalle ore 10.30 saranno a Gualdo Tadino in piazza Federico II (la piazza del Mercato).

La notizia del ritorno di Salvini in Umbria – recita una nota della Lega – ha già scatenato forte entusiasmo: tutto esaurito e oltre 400 persone presenti alla cena di mercoledì organizzata al Park Hotel ai Cappuccini di Gubbio“.

Sarà l’ennesima occasione di incontro e soprattutto di ascolto del territorio che faremo insieme a Matteo Salvini e alla candidata presidente Donatella Tesei – commenta il segretario umbro della Lega, Virginio Caparvi -. Lo faremo per tutto il territorio umbro in queste settimane che ci separano dalle elezioni. Vogliamo rimettere il merito al centro e ridare dignità a questa
splendida regione“.

Modena: le elezioni non siano un referendum su Salvini

Ma la senatrice di Forza Italia Fiammetta Modena mette in guardia dal rischio di trasformare le regionali in Umbria in un referendum su Matteo Salvini. Un po’ come avvenne con il referendum costituzionale che tirò giù Matteo Renzi dal Governo.

Modena si appella invece alla voglia degli umbri di voltare pagina: “In questi anni abbiamo vissuto un totale scollamento delle istituzioni dai cittadini, imprese e sistema universitario, il 27 ottobre abbiamo l’occasione per far vincere l’Umbria che vuole rinascere, che vuole puntare su un turismo di eccellenza, sulle piattaforme tecnologiche, sui suoi giovani cervelli e l’internazionalizzazione, non sprechiamola. Forza Italia è con gli umbri, e solo il centrodestra unito può dare risposte concrete alla regione, a differenza della gattopardesca alleanza tra Pd e M5s utile solo a garantirsi la poltrona trasformando queste elezioni locali in un referendum sulla politica nazionale“.

La senatrice azzurra aveva poi gridato all’inganno di fronte all’alleanza giallorossa che si sta creando anche in Umbria: “Di Maio ‘chiama’ i civici, Zingaretti risponde, Leu approva : in Umbria va di nuovo in onda l’orchestra della sinistra, un po’ mascherata, volti diversi, medesima musica. Siamo difronte ad una riedizione della stessa maggioranza che ha sempre governato questa regione. La sinistra, la sinistra post ideologica e la sinistra ultra ideologica. Le liste civiche, quelle vere, non abbocchino all’amo. Potrebbero fare la fine della foglia di fico, per poi venire masticate e digerite senza troppi complimenti. L’Umbria è chiamata al voto per risorgere, per ritrovare se stessa, per coltivare e realizzare i propri sogni. Non facciamoci ingannare“.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!