Terremoto Vus, Foligno piglia tutto: Salari presidente e Benedetti si dimette - Aggiornamento "La monnezza a Foligno" - Tuttoggi

Terremoto Vus, Foligno piglia tutto: Salari presidente e Benedetti si dimette – Aggiornamento “La monnezza a Foligno”

Redazione

Terremoto Vus, Foligno piglia tutto: Salari presidente e Benedetti si dimette – Aggiornamento “La monnezza a Foligno”

Mer, 12/09/2012 - 15:15

Condividi su:


Jacopo Brugalossi

Dopo aver perso parecchi pezzi delle proprie istituzioni, spesso transitate verso Foligno, prima fra tutte la Direzione dell’Asl n. 3, Spoleto perde anche la presidenza della VUS, che dopo 11 anni di dominio folignate era stata guidata solo per cinque mesi dal dottor Giorgio Dionisi, il quale tra l’altro in questo breve lasso di tempo aveva ottenuto la stima anche del personale folignate. Il nuovo presidente è Maurizio Salari, ex sindaco della città della Quintana.

Il primo cittadino di Foligno Nando Mismetti, alla faccia del recente accordo sull’Unione dei Comuni e in barba al principio dell’alternanza, ha quindi fatto il pugno duro mettendo alle corde il suo omologo spoletino Daniele Benedetti. Quest’ultimo, vista la situazione, ha abbandonato la riunione odierna annunciando le dimissioni da tutti gli incarichi ricoperti negli enti che interessano il comprensorio area vasta. Ecco il comunicato stampa che annuncia la decisione:

Nel corso dell’Assemblea di questa mattina per la designazione del Presidente della VUS S.p.a. il sindaco di Spoleto Daniele Benedetti ha ribadito la posizione già espressa nella precedente seduta. “Spoleto in undici anni di attività della VUS non ha mai avuto l’opportunità di vedersi riconoscere la presidenza della maggiore azienda pubblica di servizi del territorio di area vasta. Ma non è questa la sola ragione per rivendicare la continuità del mandato svolto dal suo rappresentante territoriale che in questi pochi mesi si è dimostrato positivo a giudizio degli stessi sindaci dell’assemblea e dei dipendenti di VUS. Per queste ragioni non posso non ringraziare Giorgio Dionisi del lavoro assiduo e produttivo svolto con competenza e dedizione”. “Fin dall’avvio della VUS – ha precisato Benedetti – Spoleto è città della discarica di ambito ed ha subito ricadute di tipo ambientale e sociale non indifferenti, vedendosi riconosciuto il danno ambientale solo in minima parte e solo negli ultimi anni, ma non ha mai alzato barricate verso gli altri comuni. Spoleto non ha rappresentanze a livello regionale e gli equilibri non possono che passare per gli organismi di area vasta”. Per queste ragioni, prima di abbandonare l’assemblea, il sindaco di Spoleto ha precisato “rimetterò il mandato di presidente dell’ATI3 Umbria e di componente del Comitato per il controllo analogo. Abbiamo appuntamenti importanti e scadenze precise a cominciare dalla creazione dell’Unione Speciale dei comuni che tutti abbiamo fortemente voluto, ma la strada è appena cominciata e gli equilibri non possono essere indifferenti se si vuole arrivare uniti al traguardo”.

Le votazioni in programma oggi erano due. Nella prima i soci erano chiamati ad eleggere i tecnici che affiancheranno il presidente nel nuovo Cda e che saranno il funzionario del Comune di Trevi Rediano Busciantella e il responsabile dei lavori pubblici del Comune di Cascia Ennio Gerometta. Il secondo voto è servito invece ad eleggere il presidente, coi sindaci presenti (Benedetti se ne era già andato) che si sono espressi all'unanimità a favore di Salari. Per la città del Festival resta l’amarezza di non aver potuto nominare un proprio rappresentante nonostante possa vantare il secondo pacchetto azionario della S.p.a. Evidentemente Mismetti non è rimasto sufficientemente impressionato dalla “minaccia” di Benedetti di dimettersi dagli incarichi con tutto quello che tale decisione comporterà. Spoleto starebbe infatti già studiando alcune contromosse che potrebbero rivelarsi clamorose.

(Articolo modificato alle ore 16.05)

Ultima notizia correlata

Nomine Vus, Spoleto in rivolta: “La monnezza a Foligno” – Dì la tua – Pd esce dall’Area Vasta

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!