Terremoto, riaperta la Basilica di Santa Maria | Alcuni luoghi di culto rimasti chiusi - Tuttoggi

Terremoto, riaperta la Basilica di Santa Maria | Alcuni luoghi di culto rimasti chiusi

Redazione

Terremoto, riaperta la Basilica di Santa Maria | Alcuni luoghi di culto rimasti chiusi

Pazialmente inagibile il coro ligneo e la Cappella delle Stimmate | Nelle cronache del Convento Porziuncola storie di un terremoto devastante tra il 1831 e il 1835
Mar, 01/11/2016 - 10:32

Condividi su:


Terremoto, riaperta la Basilica di Santa Maria | Alcuni luoghi di culto rimasti chiusi

Sopralluoghi anche ad Assisi dopo il terremoto di domenica 30 ottobre. Durante tutta la giornata di ieri, lunedì 31 ottobre 2016, la Basilica papale di Santa Maria degli Angeli ed il Santuario della Porziuncola sono rimasti chiusi ai fedeli per permettere i controlli necessari in seguito agli eventi sismici di ieri.

Le celebrazioni, comunque, si sono tenute regolarmente, in base agli orari feriali della Basilica, all’interno del Refettorietto del Santuario. La stessa piazza antistante la Basilica, accessibile fin dal mattino, ha permesso a numerosi fedeli di scorgere dall’esterno – attraverso l’ingresso principale sempre aperto –la piccola chiesetta della Porziuncola, di tanto in tanto circondata del personale impegnato nel sopralluogo: il Sindaco di Assisi, Stefania Proietti, insieme ai tecnici del Comune e ad altri tecnici competenti sulla struttura della Basilica, il Custode Rosario Gugliotta ed altri frati. Numerosissimi “amici della Porziuncola” hanno potuto, tra ieri ed oggi, collegarsi alla WebTV della Basilica per sincerarsi circa le condizioni della millenaria chiesa riparata 800 anni fa da Francesco d’Assisi all’inizio del suo cammino di sequela Christi.

In seguito ai controlli effettuati, come da Ordinanza del Sindaco di Assisi, è stabilita la riapertura della Basilica della Porziuncola con parziale inagibilità relativa alla zona del coro ligneo (parte della parete di fondo dell’abside della Basilica), al transetto di destra (altare di santa Giuliana o di San Pietro in Vincoli) e alla Cappella delle Stimmate (seconda cappella nella navata di sinistra). Domani, 1 novembre, pertanto, tutte le celebrazioni previste (ore 7, 8, 9, 10, 11.30, 17 e 18) si terranno in Basilica. Anche il servizio di ascolto delle confessioni si svolgerà regolarmente – nei confessionali della navata di sinistra della Basilica – secondo il consueto orario festivo: dalle 6.45 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.

Come programmato, inoltre, nel Refettorietto della Porziuncola si terrà nel pomeriggio la presentazione dei due Volumi trascritti con le cronache del Convento Porziuncola 1705-1860. Un’opera preziosa di per sé per la storia che riporta, in particolare notizie di passati eventi sismici clamorosi seguite dalle necessarie ricostruzioni: “Tra la fine del 1831 e il 1832, con strascichi fino al 1835, si verificò un terremoto devastante, che interessò buona parte dell’Umbria e segnatamente la Basilica ed il Convento di S. Maria degli Angeli. […] Un altro documento degno di nota, dedicato esclusivamente al terremoto e alla ricostruzione della Basilica, si trova in un volume appartenete al Fondo Antico della Biblioteca Porziuncola. Ne è autore il canonico Scipione Perilli; titolo: Relazione storica sul risorgimento della Basilica degli Angeli presso Asisi. Fu stampato in Roma nel 1842. Un particolare sorvolato dal Memoriale, e insistito dallo Scipioni, fu l’opera di protezione che si diede alla Cappella della Porziuncola, per timore del crollo della cupola: una sorta di piramide molto solida, composta di fascine, calcinacci, legnami… fino all’altezza di ‘palmi 55’”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!