Terni, rivoluzione a Palazzo Spada | Di Girolamo: "Via 4 assessori e predissesto" - Tuttoggi

Terni, rivoluzione a Palazzo Spada | Di Girolamo: “Via 4 assessori e predissesto”

Luca Biribanti

Terni, rivoluzione a Palazzo Spada | Di Girolamo: “Via 4 assessori e predissesto”

Conferenza stampa convocata dal primo cittadino sul rimpasto di Giunta
domenica, 02/10/2016 - 13:02

Condividi su:


Aggiornamento ore 18.00 – “Domani presenterò il consiglio la proposta di procedura per il dissesto, un atto di responsabilità di questa amministrazione in nome della trasparenza e del rispetto dei cittadini” – così nella conferenza stampa di questa sera (2 ottobre) il sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo, ha anticipato la misura che la ‘nuova giunta’ proporrà per ripianare una situazione finanziaria critica dell’ente. Il primo taglio che il sindaco ha deciso di operare è proprio sui costi della politica, lasciando a casa 4 assessori: Francesco Andreani, Tiziana Tedeschi, Giorgio Armillei e Carla Riccardi.

La nuova giunta sarà composta da 6 membri con la distribuzione delle deleghe precedentemente detenute dagli assessori uscenti.
Il sindaco terrà per sé le deleghe Università, Civiter, Programmazione strategiche e Politiche Territoriali di area vasta.
“Ho poi deciso di rimettere il mio mandato di Presidente della provincia non appena si sarà concluso l’iter di ricollocazione del personale dell’Ente” – ha sottolineato Di Girolamo.
A Piacenti D’Ubaldi andranno la delega al Personale (prima della Ballerani), al vicesindaco Francesca Malafoglia andranno anche la Scuola e i Servizi Educativi, i Fondi europei, le Politiche Comunitarie e le Pari Opportunità.
All’assessore Stefano Bucari andranno le deleghe all’Urbanistica, Edilizia Privata e il progetto “Città della Salute”.
All’assessore Emilio Giacchetti andranno le deleghe del Turismo, Grandi Eventi, Polizia Municipale e Progetto Unesco. La Falchetti Ballerani avrà la delega all’Information Technology, la Smart City, Agenda Urbana, la Cultura, Papigno, Commercio e Artigianato.

Il Pd Terni – “Il PD di Terni ritiene che in questi giorni si stiano ponendo le basi per la costruzione di una nuova fase per la città. Tenendo ben presenti le criticità che la riguardano, il PD valuta fondamentale che l’azione dell’amministrazione municipale contribuisca, in modo decisivo, al rilancio di Terni.

In questo contesto, la scelta annunciata dal Sindaco di ricorrere allo strumento del Riequilibrio finanziario pluriennale, denota una forte volontà di affrontare con trasparenza e senso di responsabilità, tutte le problematiche legate al bilancio emerse in questi anni di profonda trasformazione normativa ed economica, con un’accelerazione del lavoro già iniziato a partire dalla razionalizzazione delle partecipate.

Ad una fase straordinaria devono corrispondere scelte straordinarie, e in questo contesto riteniamo si inquadri la decisione del Sindaco di intervenire sulla giunta.

Il PD ritiene che tale scelta non sia basata su un giudizio negativo del lavoro svolto dai singoli assessori, né tantomeno sui tanti evocati scontri di corrente, quanto piuttosto sulla necessità di legare il rilancio politico-amministrativo dell’azione di governo della città, anche ad una riduzione dei costi della politica, dettata soprattutto dalla particolare situazione finanziaria dell’ente.

Occorre ora concretizzare gli impegni per la città con il pieno coinvolgimento di tutti i livelli istituzionali. In tal senso risulta necessario che il Governo dia seguito al riconoscimento del territorio ternano, quale area di crisi complessa, che la Regione dell’Umbria e tutti i soggetti interessati, a partire dalla Fondazione, siano impegnati a rafforzare il progetto di un patto per la città”.

——————————————–

Aria di rivoluzione a Palazzo Spada. Già da ieri, e nelle prime ore di questa mattina, si suseguono frenetici i movimenti interni al PD che dovrebbero portare a un rimpasto di giunta del quale il sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo, darà conto oggi pomeriggio nell’ambito di una conferenza stampa convocata eccezionalmente di domenica.

In particolare il primo cittadino ha parlato con gli assessori alla Cultura, Giorgio Armillei, Carla Riccardi con delega alla Scuola, Christia Falchetti Ballerani assessore al Personale e Daniela Tedeschi con delega al Turismo.

GUARDA IL VIDEO

La giornata di domani sarà altrettanto decisiva per il futuro del Pd ternano: in mattinata infatti ci sarà un confronto tra giunta ternana e giunta regionale, mentre nel pomeriggio è previsto un infuocato consiglio comunale sulla situazione di predissesto finanziario dell’ente comunale, in concomitanza con l’iniziativa di protesta indetta dai sindacati confederati.

Seguono aggiornamenti

© Riproduzione riservata


Condividi su:


Aggiungi un commento