Terni, polizia in festa alla Passeggiata | I dati su furti e spaccio - Tuttoggi

Terni, polizia in festa alla Passeggiata | I dati su furti e spaccio

Sara Fratepietro

Terni, polizia in festa alla Passeggiata | I dati su furti e spaccio

Il bilancio di un anno di attività della questura di Terni | Ecco i nomi di chi ha ricevuto un riconoscimento per le operazioni
lunedì, 10/04/2017 - 22:25

Condividi su:


Terni, polizia in festa alla Passeggiata | I dati su furti e spaccio

A Terni la cerimonia dei 165 anni dalla nascita della Polizia di Stato si è tenuta in un luogo simbolo, i giardini della Passeggiata, il cuore verde della città, per mostrare ai cittadini i risultati ottenuti, le specialità e le iniziative di prevenzione e di sensibilizzazione e per avvicinare la gente nello spirito che anima lo slogan adottato ormai da molti anni: “Esserci sempre”.

Nell’auditorium “Chiesa del Carmine”, alla presenza del sottosegretario di Stato al ministero dell’Interno e delle massime autorità civili, religiose e militari, il questore della provincia di Terni, Carmine Belfiore, ha accolto gli ospiti ed ha illustrato i risultati ottenuti in un anno di attività. polizia-omaggio-cadutiDopo la consegna delle onorificenze al personale che nel corso dell’anno si è messo in luce per le proprie doti professionali e per lo spirito di sacrificio, è seguita un’esibizione di tecniche operative e di difesa personale per la gioia dei numerosi bambini presenti, alcuni dei quali hanno raccolto la sfida dei sovrintendenti capo Stefano Nardoni e Stefano de Maio, ricevendo dalle mani del questore Belfiore un attestato nominativo a testimonianza del loro coraggio. Grande successo anche per la dimostrazione delle due unità cinofile: una antidroga e un’altra addestrata per i servizi di prevenzione generale ed ordine pubblico, come per l’esposizione delle auto e delle moto di servizio.

In mattinata, invece, il questore, insieme al prefetto di Terni Angela Pagliuca, avevano reso gli onori ai caduti della polizia di Stato davanti al monumento a loro dedicato.

Più controlli, meno furti in casa ma più negozi

polizia-funzionari-questura-terniE’ stato un anno di intenso lavoro, con 45.899 chiamate al 113 (con un +12% rispetto all’anno precedente), 93.401 persone identificate (+5%), 50.554 autoveicoli controllati (+19%), 1.021 persone denunciate e 106 persone arrestate. Particolare il dato relativo ai furti. Perché se in tutto il territorio della provincia di Terni si è avuto un +4% (3.323 casi denunciati), in linea con il dato del capoluogo (1.939 furti), in realtà nel comune di Terni i furti in appartamento sono drasticamente calati (-21%, 260 casi), così come quelli di auto (-13%) e nelle auto in sosta (-6%), di motociclette (-18%) ed i furti con destrezza (-6%). Ad essere aumentati sono stati invece i furti di ciclomotori (+94%, 31 episodi) e i taccheggi nei negozi (+20%, 191 casi). Leggermente diverso il caso nel resto della provincia, dove invece i furti in casa hanno registrato un +16% e quelli nei negozi sono calati (-4%); confermato invece il dato dei furti di motorini (+94%).

In generale i reati contro il patrimonio, sia a Terni che nel territorio provinciale, hanno registrato un -1%. In calo anche rapine (-10% a Terni, -3% in provincia), truffe e frodi informative (rispettivamente -5% e -7%), estorsioni (-28% e -24%) e danneggiamenti (-9% e -10%).

Aumento esponenziale per maltrattamenti in famiglia e stalking

Preoccupante è invece il dato relativo alla violenza di genere. Ben 120 i casi denunciati alla polizia in un anno di maltrattamenti contro familiari e convinti (+114%), mentre le denunce per i reati di minaccia ed atti persecutori (stalking) sono state 90 (+164%).

Quanto invece alle misure di prevenzione, sono stati emessi 80 provvedimenti di avviso orale, 104 fogli di via obbligatori, 7 proposte di sorveglianza speciale, 8 Daspo e 2 ammonimenti. Ben 211 poi le espulsioni, 9 gli accompagnamenti alla frontiera, 18 gli accompagnamenti ai Cie, 24 gli allontanamenti di cittadini Ue pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Sul contrasto alla diffusione delle sostanze stupefacenti, in manette sono finite 36 persone (-3%), 49 quelle denunciate (+11%) e 227 (+27%) gli individui segnalati come assuntori. I sequestri di droga hanno riguardato soprattutto hashish: 1,463 kg. Quasi un kg anche la marijuana recuperata (978 grammi), a cui seguono 757 grammi di cocaina e soltanto 18 grammi di eroina.

Dati che ovviamente fanno riferimento soltanto all’attività della polizia di Stato.

L’elenco dei premiati per le brillanti operazioni

polizia-terni-festa-3Durante la giornata sono stati consegnati quindi molti riconoscimenti a chi si è distinto in importanti attività operative.

A ricevere un encomio solenne sono stati, il vice questore aggiunto Alfredo Luzi e il vice questore aggiunto Giuseppe Taschetti ed i sostituti commissari Anna Maria Mancini e Sauro Buiarelli.

Per quanto riguarda la questura di Terni, un encomio è andato a: vice questore agg. Francesco Petitti, vice questore agg. Alfredo Luzi, vice questore agg. Giuseppe Taschetti, commissario capo Marco Colurci, isp. sup. s.u.p.s Marcello Colaiuda, ispettore capo Angelo Bruno Saulle, sovrintendente c. Franco Carboni, sovrintendente Luciano Bonaccorsi, assistente capo Stefano Nardoni, assistente capo Gianluca Cecchi, assistente capo Luca Angeloni, assistente capo Luca Primavera, isp. sup. s.u.p.s. Ruggero Isernia, ispettore capo Piero Lupi, sovrintendente c. Stefano De Majo, sovrintendente Claudio Nannini, assistente capo Cesare Angeletti, assistente capo Roberto Fiorani, assistente capo Corrado Quondam Bartolomeo, ispettore capo Gianluca Pennacchioli, assistente capo Gianluca Mantovani, assistente capo Luca Primavera, assistente capo Roberto Tabuani, sovrintendente Roberto Tomassi, assistente capo Teresa Cosentino, assistente capo Danilo Nesta.

Sempre per la questura, lode per: vice questore agg. Giuseppe Taschetti, sost. comm. Gino Mazzitelli, ispettore sup. Gianluca Rossi, assistente capo Roberto Rosati, assistente capo Enrico Cotini, isp. sup. s.u.p.s. Marcello Colaiuda, isp. sup. s.u.p.s. Ruggero Isenia, ispettore capo Piero Lupi, sovrintendente capo Stefano De Majo, sovrintendente Claudio Nannini, assistente capo Corrado Quondam Bartolomeo, ispettore sup. Alessandro Caprara, assistente capo Tiziana Luisini, assistente capo Lino Lausi,  sovrintendente Massimo Mancini, assistente capo Manlio Fogliano, assistente capo Mario Duro, assistente capo Gian Luca Svizzeretto, assistente capo Francesco Crisanti, sovrintendente Roberto Tomassi, assistente capo Roberto Roccetti, assistente capo Gianni Pompei, assistente capo Gian Paolo Bevilacqua, assistente capo Danilo Nesta.

Per quanto riguarda invece la polizia stradale di Terni, encomio per: vice questore aggiunto Katia Grenga, ispettore capo Alessandro Tardio, sovrintendente Riccardo Matti, assistente capo David Valleriani.

Sempre Stradale di Terni,  lode a: sovrintendente Maurizio Danielli, assistente capo Leonardo Todini, assistente capo Carlo Rastelli, assistente capo Massimo Scerna, assistente capo Claudio De Gioia, assistente capo Fabio Tardocchi, assistente capo Alessandro Tabacchini, assistente capo Filippo Sciri, assistente capo Edoardo Di Filippo.

Per la Stradale di Orvieto, lode a: sovr. capo Massimiliano Bolli, assistente capo Fabio Piva, assistente capo Filippo Settimi, assistente capo Mauro Fontanieri, assistente capo Giovanni Angeloni, assistente capo Andrea Salvati.

Lode per commissariato e stradale di Orvieto a: sovrintendente Raffaele Quattranni, sovrintendente Marco Graziani, assistente capo Emanuele Di Marco, assistente capo Andrea Ricciolini.

Commissariato di Orvieto, lode a: sost. comm. Valter Fabbri, isp. sup. s.u.p.s. Sandro Livi, sovr.te capo Marco Menghini, sovrintendente Raffaelle Quattranni, sovrintendente Marco Ponzo, sovrintendente Marco Graziani, assistente capo Danilo Casaccia, assistente capo Alessandro Quattrone.


Condividi su:


Aggiungi un commento