Terni, Ministro Ambiente, Corrado Clini al convegno "Chimica verde ed energie rinnovabili" - Tuttoggi

Terni, Ministro Ambiente, Corrado Clini al convegno “Chimica verde ed energie rinnovabili”

Redazione

Terni, Ministro Ambiente, Corrado Clini al convegno “Chimica verde ed energie rinnovabili”

Mer, 07/03/2012 - 22:35

Condividi su:


Luca Biribanti e Francesco Napoletti

Si è tenuto oggi pomeriggio, presso il Museo Diocesano della curia vescovile di Terni, in convegno sul presente e sul futuro dell’industria chimica e dell’energia rinnovabile. All’incontro, organizzato in occasione del 50° anniversario dell’assegnazione a Giulio Natta del nobel per la chimica (unico in Italia, ndr), sono stati invitati, tra le personalità ternane e umbre più importanti, anche i ministri dell’Ambiente e dell’Istruzione (sebbene quest’ultimo non sia potuto essere presente). Hanno potuto esprimersi inoltre diverse personalità dell’industria italiana, in particolare l'eccellenze umbre in fatto di energia pulita, come Angelantoni e Stefano Neri, presidente di Terni Research.
I sindaci di Terni e Narni, il presidente della Provincia Polli e monsignor Paglia hanno subito posto l’accento sull’importanza di tale incontro per avanzare un progetto circa il progresso accelerato della ricerca e dell’innovazione. Come infatti ha notato Vincenzo Paglia citando Giovanni XXIII “dobbiamo saper leggere i segni del tempo”.
L’occasione ha dato peraltro modo di parlare del distretto tecnologico ternano e del suo ampliamento, ad esempio “facilitando l’accesso delle industrie allo strumento della ricerca tramite politiche di semplificazione e di microlegislazione” stando alle parole di Mario Calderini, consigliere del ministro Profumo. Lo stesso consigliere ha poi posto l’accento sulla situazione caotica dei distretti tecnologici. Situazione alla quale il ministro intende rimediare tramite politiche riguardanti il così detto “mega-distretto” e un bando per i distretti del nord.
Pessimista, ma non del tutto, il ministro Clini sull’attuale situazione della chimica in Italia e a Terni: “oltre a quello ternano, anche altri siti chimici italiani sono in crisi. E’ difficile competere con l’esterno in questo settore, e ad ogni modo è necessario ridurre i consumi di produzione con attenzione all’impatto ambientale. Ciò può essere un peso per il settore della plastica, materiale difficile da smaltire e riciclare. A Terni c’è però un progetto che recupera valore, quello di un sito industriale adatto alla produzione di bioplastiche”. Il ministro ha poi dovuto lasciare la sala per recarsi a Roma per la votazione alla Camera, ma non prima di accennare al tema delle energie rinnovabili: “C' è un generoso sistema incentivante riguardo l’energia alternativa, ma è fondato per oltre l’85% sulle importazioni di impianti dall’estero. Per questo la ricerca acquista un ruolo chiave per rafforzare il nucleo di esperienza italiano in questo settore e renderlo autonomo”.

Oltre al ministro dell'Ambiente Corrado Clini hanno preso parte all'incontro anche l'amministratore delegato della Novamont Catia Bastioli, il presidente di Terni Energia, Stefano Neri, il rettore dell'Università di Perugia, Francesco Bistoni, e la presidente della Regione, Catiuscia Marini. Nel corso del convegno sono state avanzate proposte per creare un distretto tecnologico nazionale su ambiente e sostenibilità con la partecipazione delle industrie interessate, dei centri di ricerca e dell'università, con il supporto del governo e delle istituzioni terrioriali. Secondo il vescovo Paglia il progetto crea “una prospettiva di sviluppo per la chimica sostenibile e soprattutto un'occasione di crescita economica e anche occupazionale. E' una opportunità importante da sottolineare”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!