Terni, maiale e asino nella rotonda | Parte la polemica sul Cantamaggio - Tuttoggi

Terni, maiale e asino nella rotonda | Parte la polemica sul Cantamaggio

Luca Biribanti

Terni, maiale e asino nella rotonda | Parte la polemica sul Cantamaggio

Commenti su Facebook bocciano la trovata pubblicitaria per promuovere la sfilata dei carri
lunedì, 24/04/2017 - 12:16

Condividi su:


Terni, maiale e asino nella rotonda | Parte la polemica sul Cantamaggio

La festa del primo maggio con la sfilata allegorica dei carri è alle porte, ma la polemica è già servita; un maiale e un asino di cartapesta, posizionati nella rotonda dell’acciaio, ‘pubblicizzano’ l’edizione 2017 dell’evento popolare di origine contadina, hanno scatenato la polemica social.

asino-terni

Commenti per la maggior parte negativi, soprattutto su Facebook, hanno bocciato la trovata definita di ‘cattivo gusto’ di promuovere il Cantamaggio ternano; in effetti, i due animali laconicamente isolati nell’aiuola della principale via d’accesso della città, non producono un ‘effetto scenico’ di grande impatto, per così dire, e neanche il buon gusto sembra essere premiato. maiale-terni

Si parla comunque di una festa con origini campagnole e popolari e il buon gusto non è necessariamente richiesto, anzi. I motti di spirito, le battute maliziose, le allusioni a doppio senso, sono il sale della manifestazione, ma, obiettivamente quell’asino e quel maiale non sembrano cogliere neanche questo spirito maggiaiolo.

Le installazioni sono comparse in più rotonde della città; in quella di Via Lungo Nera, ad esempio, si vedono galline e, ironia della sorte,  immortalate durante il passaggio di una giraffa finta, pubblicizzante il circo in città.

A meno di una settimana dalla sfilata dei carri, comunque, almeno si inizia a parlare di una manifestazione che, di anno in anno, rischia sempre di essere messa in discussione per mancanza di fondi, e forse è un bene che i ternani continuino a dimostrare interesse per una tradizione antica e sentita in città.


Condividi su:


Aggiungi un commento