Terni, botte e botti di Capodanno | Due risse in centro, ordinanza anti botti non rispettata

Terni, botte e botti di Capodanno | Due risse in centro, ordinanza anti botti non rispettata

Vie del centro desolate e ‘terra di nessuno’

share

Notte di San Silvestro agitata nel centro della città e non certo per gli eventi di Capodanno. Tra la mancanza di qualsiasi iniziativa dell’amministrazione comunale per la fine del 2017 e il 2018 e nonostante l’ordinanza che disponeva il divieto di utilizzare fuochi d’artificio nei luoghi pubblici, ci sono stati sia i botti che le botte.

Nelle piazze del centro, infatti, tra i pochi passanti che hanno avuto il coraggio di scendere per le desolate vie, c’è stato qualcuno che ha fatto uso di giochi pirotecnici, alla faccia dell’ordinanza firmata dal sindaco Di Girolamo, senza che nessuno fosse a controllare cosa stesse accadendo.

Le botte a Piazza Solferino e in Via Fratti – Sempre nelle zone del centro si sono verificate due risse. La prima, secondo quanto è stato possibile apprendere, tra due gruppi di cittadini originari del nord Africa, a Piazza Solferino, zona ormai nota come oggetto di contesa tra bande rivali per lo spaccio di droga. Forse, proprio per motivi inerenti allo spaccio, si è accesa la scintilla che ha fatto degenare un violento litigio in una rissa. Rissa anche in via Fratti, dove a ‘fronteggiarsi’ sembra siano stati due gruppi: uno composto da cittadini italiani e l’altro da stranieri. Qualche bicchiere di troppo, parole pesanti e poi la scazzottata.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Questura e del 118, ma nessuno ha sporto denuncia negli uffici di Via Antiochia. Qualcuno, invece, è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del Pronto Soccorso per le ferite riportate.

 

share

Commenti

Stampa