Svincolo di Scopoli, ora Mismetti attacca i ministri e ringrazia l’on. Laffranco di Forza Italia

Svincolo di Scopoli, ora Mismetti attacca i ministri e ringrazia l’on. Laffranco di Forza Italia

Il sindaco di Foligno parla di ‘vicenda incredibile e di scaricabarile tra ministeri ed enti’ | ‘Non si può prendere in giro la popolazione’

share

“E’ ora di finirla con lo scaricabarile, tra i vari ministeri e altri enti, per la realizzazione dello svincolo di Scopoli: è un’opera che era prevista nell’ambito del nuovo tracciato della 77 e lo svincolo è essenziale per la sicurezza”.

A dichiarlo in una nota stampa è il sindaco di Foligno, Nando Mismetti dopo che il Governo, tramite il sottosegretario alle infrastrutture e trasposti, Umberto Del Basso De Caro ha risposto in sede di commissione, all’interrogazione urgente presentata dall’onorevole umbro di Forza Italia, Pietro Laffranco. Il deputato forzista ha infatti reso noto che, per il Governo lo svincolo di Scopoli non è più tra le priorità nell’ambito del sistema viario Umbria – Marche.

“E’ una vicenda veramente incredibile – prosegue Mismetti nella nota – e rivolgo un invito pressante ai ministri delle infrastrutture e trasporti e all’ambiente e turismo, alla presidente della Regione Umbria, ed ai vertici dell’Anas e della società Quadrilatero, perché è necessario realizzare questo intervento. Non si può prendere in giro la popolazione. Il fatto che lo svincolo sia importante – incalza il sindaco di Foligno – lo dimostra l’emergenza maltempo che si è abbattuta nella zona recentemente. E’ nevicato a tal punto che il nuovo tracciato della 77 è stato chiuso, e la viabilità è stata convogliata sulla vecchia arteria”.

E sempre nel comunicato stampa, lo stesso Mismetti ha colto l’occasione per ringraziare il parlamentare umbro, Pietro Laffranco, “per l’interesse e l’impegno mostrati”.

Si attendono ‘nuove puntate’ di quella che ormai rischia di diventare una vicenda tragicomica e per certi versi paradossale.

Leggi Articolo ‘Governo boccia Svincolo di Scopoli’

 

share

Commenti

Stampa