Successo del concerto di Laura Magnani, omaggio a Debussy nel ricordo di Bernardino Ragni - Tuttoggi

Successo del concerto di Laura Magnani, omaggio a Debussy nel ricordo di Bernardino Ragni

Redazione

Successo del concerto di Laura Magnani, omaggio a Debussy nel ricordo di Bernardino Ragni

Tanti gli applausi e un bis dell'artista che in passato è stata invitata a prendere parte anche al Festival dei Due Mondi
sabato, 21/07/2018 - 12:43

Condividi su:


Successo del concerto di Laura Magnani, omaggio a Debussy nel ricordo di Bernardino Ragni

Grande successo e sala gremita per il concerto della pianista Laura Magnani a Spoleto.  Nella performance che si è tenuta venerdì 20 luglio 2018 alle ore 21 nella Sala Pegasus l’artista di origine spoletina ma attualmente residente negli Usa, ha  presentato un programma tutto dedicato alle musiche di  Claude Debussy.

All’inizio della serata è stata la presidente dell’Accademia degli Ottusi, Liana Di Marco, a ricordare che l’evento era stato dedicato per espressa volontà della pianista a Bernardino Ragni, zoologo e naturalista di fama internazionale recentemente scomparso.

Tanti gli applausi e un bis dell’artista che in passato è stata invitata a prendere parte anche al Festival dei Due Mondi, prima su invito di Gian Carlo Menotti e, poi, ancora nel 2015 si è esibita nell’ambito dello stesso Festival diretto da Giorgio Ferrara. Ad assistere al concerto, tra gli altri, c’era il presidente dell’Associazione Amici di Spoleto e vicepresidente della Fondazione Festival dei Due Mondi, Dario Pompili.

Laura Magnani si è presto distinta nel panorama musicale internazionale grazie alla sua apprezzata attività concertistica, esibendosi per importanti associazioni culturali, sia come solista che con orchestra ed in varie geometrie cameristiche, in Italia, Austria, Germania, Spagna, Belgio, Malta, Canada e USA, riscuotendo ovunque il favore del pubblico e il lusinghiero consenso della critica. Dopo una sua esecuzione del Concerto di Mozart per pianoforte e orchestra KV 466, è stata definita dalla critica “un grano di pepe pieno di talento”.  Nel 1997 ha curato e suonato la prima esecuzione Italiana dell’opera di Gian Carlo Menotti “Chip and his dog”, sotto la regia dell’autore.

Per ulteriori informazioni si può chiamare la presidente dell’accademia degli Ottusi, prof. Liana Di Marco, cell. 335.8042959


Condividi su:


Aggiungi un commento