Studente 27enne morto a Perugia | I risultati dell’autopsia

Studente 27enne morto a Perugia | I risultati dell’autopsia

A stroncarlo un arresto cardiocircolatorio, forse per uso di droga | Ora si cerca il pusher


share

E’ stata eseguita l’autopsia sul corpo del giovane studente 27enne, trovato morto nel pomeriggio del 12 settembre in un appartamento della centralissima piazza Ansidei, a Perugia. Incaricato dell’esame autoptico, il medico legale di turno, dottor Massimo Lancia, intervenuto per i primi rilievi, insieme agli uomini dell’Arma della Compagnia di Perugia, anche nell’appartamento dove il giovane studente è stato trovato nel suo letto dai suoi amici, ormai privo di vita.

Dopo le risultanze dell’esame, sembrano pian piano dipanarsi i dubbi su quanto accaduto al ragazzo: ad ucciderlo, “un arresto cardiocircolatorio”, probabilmente dovuto all’utilizzo di sostante stupefacenti e dunque causato da un’overdose di droga. Per avere l’ultima conferma, tuttavia si dovranno attendere i risultati degli esami istologici.

Proseguono intanto le indagini dei carabinieri, per cercare di ricostruire cosa abbia fatto e quali siano stati gli ultimi contatti del giovane universitario prima della tragedia. Si indaga a 360 gradi, ma il sospetto che a causarne la morte sia stata la droga starebbe facendo indirizzare gli inquirenti nella ricerca di chi avrebbe potuto vendergli la dose fatale.

©Riproduzione riservata

share

Commenti

Stampa