Street Food Festival nel segno di Leonardo Cenci

Street Food Festival nel segno di Leonardo Cenci

Al Frontone fino a domenica cibi da tutto il mondo, musica e giochi per i bimbi


share

Street food, cibo da strada. Un’accezione tutt’altro che negativa. Chiedere agli appassionati che da giovedì affollano i Giardini del Frontone di Perugia, dove fino a domenica è in corso lo Street Food Festival di Perugia, l’evento dedicato al cibo da strada di qualità. Eccellenze gastronomiche da tutto il mondo, musica dal vivo serale, animazione pomeridiana per bambini e, nel gran finale di domenica, visite guidate e tante attività fitness open air.

A tagliare il nastro giovedì a pranzo, tra le cucine fumanti e i profumi diffusi nel quartiere, insieme all’organizzatore Francesco D’Arcangelo e all’assessore comunale Cristiana Casaioli c’era anche la famiglia di Leonardo Cenci in rappresentanza di Avanti onlus, uno dei tradizionali partner della manifestazione che quest’anno è doverosamente dedicata al Guerriero di Perugia.

Se i pomeriggi dello Street Food Festival sono come sempre  dedicati ai bambini con animazione e laboratori creativi (decorazioni in pasta di zucchero in stile Thun venerdì, pittura sabato e  libri tattili domenica), ogni sera (dalle 21,30 alle 23 circa) l’appuntamento è con la musica live di alcuni amatissimi gruppi locali, di quelli che fanno saltare, cantare e ballare:  dopo la grande apertura di giovedì con i Sex Mutants, venerdì è la volta della Blasco Rock Band e sabato tornano gli 88Folli, seguiti dai deejay della Paiper Family cui spetta anche la chiusura della domenica con l’Anteprima Paiper Festival.

La domenica è street fitness & food con gli istruttori del Msp Italia (Movimento sportivo popolare) di Grifofitness, che dalle ore 10.30 alle 19 circa offriranno dimostrazioni o lezioni gratuite di tante discipline: Fi Boxe, Iron Fit, Zumba, Fi Boxe Functional, Circuit Zone, Step e Masterclass Zumba (Stage street zone) Ginnastica Posturale, Tac Fit, Tabata, Antiaggressione, Hiit Workout e Pilates (garden street zone). Sempre domenica tornano anche le passeggiate con “Guide in Umbria” alla scoperta della storia dei giardini e del teatro dell’Arcadia appena restaurato anche grazie al finanziamento del Fai.

Quest’anno al Frontone dall’estero arrivano la cucina indiana e quella messicana (chili con carne, tacos, burritos, fajitas, papas, jalapeño) e ritornano i churros venezuelani. Dalle regioni italiane di tradizione partenopea sono il caciocavallo impiccato, la pasticceria napoletana e hamburger con mozzarella di bufala Dop, dalla Basilicata  la Strazzata aviglianese, l’hamburger di maialino nero dalla Sila, dalla Puglia la braceria della valle d’Itria e qualche reinterpretazione  locale come gnocchi gourmet made in Umbria.. E poi i classici: come arancini e altre tipicità siciliane, hot-dog USA, panzerotto, bombette e gnummariddi pugliesi, arrosticini abruzzesi, gnocco fritto e affettati dall’Emilia, pesce fritto al cono romagnolo, polpetteria e dall’estero  pankake olandesi,  Angus argentino, paella valenciana e  costine bbq. Il tutto annaffiato con birra Jacob, l’artigianale bavarese.

Street Food Festival Perugia è organizzato da Franky Eventi  con il patrocinio del Comune di Perugia e la collaborazione di Guide in Umbria,  Borgo Bello e l’associazione Avanti Tutta Onlus.

 

share

Commenti

Stampa