SPOLETO BOCCIA IL “POPOLO DELLE LIBERTA'”

SPOLETO BOCCIA IL “POPOLO DELLE LIBERTA'”

share

Sono passati appena quindici giorni da quando nelle principali piazze d'Italia, e così anche a Spoleto, sono comparsi i gazebo di Forza Italia per la raccolta di firme al grido di “Mandiamo a casa Prodi”. Sono volate cifre grosse in tutta Italia, ma finora non si era mai precisato il peso del voto a Spoleto. Contattato da TO®, il coordinatore di Forza Italia, Giancarlo Mercatelli, ha risposto ad alcune domande.

Allora consigliere, ci dice quanti hanno votato a Spoleto? “Le sottoscrizioni a Spoleto sono state 3.100. Voglio ricordare che i gazebo erano posizionati nelle principali piazze come piazza Garibaldi, il piazzale dell'API e piazza della Libertà. E nonostante la giornata molto fredda l'adesione è stata davvero importante”.

Sappiamo anche di alcuni contatti per e-mail… “In verità le mail sono state circa 150 e tutte esprimevano l'adesione all'iniziativa”.

E sul nome del partito, cosa hanno scelto i Forzisti? “Di poco, ma la preferenza è andata al Partito delle Libertà. In realtà i nostri iscritti pensano al partito come ad un polo di aggregazione che li contiene tutti e sostiene la difesa delle libertà ed ha preferito appunto Partito delle Libertà. Per questa scelta hanno votato in 700 e di questi in circa 250 hanno firmato anche la pre-adesione alla nuova formazione politica”.

Ma quanti sono gli iscritti di FI a Spoleto? “I tesserati del 2007 sono 380 e, a proposito di ciò, vorrei dire che questa partecipazione conferma, come avvenuto nelle ultime elezioni, la crescita di Forza Italia, sia in termini generali che in prospettiva per le prossime elezioni amministrative. Voglio anche dire che la nostra posizione è di collaborazione con le forze della Casa delle Libertà, alla quale però si stanno aggiungendo forze nuove nel mondo dell'associazionismo, delle categorie produttive, del volontariato e del mondo cattolico”.

Allora, avanti con il Partito delle Libertà: “Purtroppo ho l'impressione che il nome non sarà questo …a presto!”

carvan

share

Commenti

Stampa