Spoleto, 200 studenti ricordano Walter Tobagi con un incontro virtuale

Spoleto, 200 studenti ricordano Walter Tobagi con un incontro virtuale

Redazione

Spoleto, 200 studenti ricordano Walter Tobagi con un incontro virtuale

Anche quest'anno, a 40 anni dalla morte di Walter Tobagi, Spoleto ricorderà domani (giovedì 28 maggio) il suo illustre concittadino premiando gli studenti del corso di giornalismo a lui intitolato
Mer, 27/05/2020 - 10:17

Condividi su:


Anche quest’anno, a 40 anni dalla morte di Walter Tobagi, Spoleto ricorderà domani (giovedì 28 maggio) il suo illustre concittadino. Le misure previste contro il Coronavirus, infatti, non fermeranno la cerimonia finale del corso propedeutico di giornalismo intitolato proprio al giornalista nato a San Brizio e assassinato a Milano nel 1980.

Non potendosi svolgere nel Palazzo Comunale, l’incontro istituzionale con i ragazzi si terrà alle ore 10:30 in forma virtuale attraverso apposita piattaforma digitale (URL della riunione: https://meet.google.com/qfx-veot-tje). Sono previsti interventi del sindaco Umberto de Augustinis, del vicesindaco e assessore alla formazione del Comune di Spoleto, Beatrice Montioni, del presidente dell’Associazione Amici di Spoleto onlus, Dario Pompili, del presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria, Roberto Conticelli, del dirigente scolastico dei licei di Spoleto “Sansi-Leonardi-Volta”, Mauro Pescetelli, della dirigente dell’istituto alberghiero “De Carolis”, Roberta Galassi, e dei rappresentanti della Valle Umbra Servizi s.p.a. con la quale si è tenuto quest’anno un progetto specifico di alternanza scuola-lavoro dedicato alla comunicazione aziendale.

Contestualmente, una parte degli elaborati realizzati dai ragazzi verranno pubblicati sui canali social del Comune di Spoleto e dell’Associazione Amici di Spoleto. Inoltre, alcune copie del bollettino Notizie da Spoleto con, in allegato, i giornali realizzati dai ragazzi, saranno distribuite gratuitamente presso le edicole della città di Spoleto.

Gli attestati e i certificati di premiazione e le menzioni di merito verranno fatte recapitare ai ragazzi attraverso le scuole. All’elaborato ritenuto dai coordinatori di particolare interesse, verrà attribuito un riconoscimento in ricordo di Walter Tobagi. All’autore (o agli autori) dell’elaborato ritenuto più incisivo e originale tra quelli realizzati dai ragazzi della prima annualità (giornalismo scritto), l’Associazione Amici di Spoleto onlus attribuirà invece un riconoscimento in ricordo di Dante Ciliani, presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria prematuramente scomparso.

La XV edizione del Corso propedeutico di giornalismo Walter Tobagi ha preso il via l’8 novembre 2019, in un momento in cui la pandemia era ancora impensabile, con una conferenza inaugurale tenuta da Giancarlo Trapanese (giornalista Rai), che ha presentato il suo libro “Obsolescente” nel salone d’onore di Palazzo Leti Sansi. L’iniziativa, che ha il patrocinio dell’Associazione Stampa Umbra, dell’Unione Stampa Periodica Italiana e dell’Ordine dei Giornalisti dell’Umbria, il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, della Fondazione “Francesca, Valentina e Luigi Antonini e di Intesa Sanpaolo, ha compreso, almeno fino a febbraio 2020, anche conferenze dedicate al tema della comunicazione e del giornalismo rivolte ad un pubblico vasto, ha visto la partecipazione di circa 200 studenti delle scuole superiori della città, nove classi dell’Istituto Alberghiero “Giancarlo De Carolis” e due classi dell’Istituto di istruzione superiore “Sansi Leonardi Volta” (Liceo scientifico) con la formula dell’alternanza scuola-lavoro con una convenzione tra la scuola e la Valle Umbria Servizi s.p.a. All’interno di questo particolare ambito i ragazzi hanno elaborato una pubblicazione giornalistica sotto la supervisione del tutor Moreno Marionni e del direttore Walter Rossi. Il Corso, si è sviluppato con un laboratorio di giornalismo scritto per gli allievi della prima annualità, mentre gli studenti della seconda annualità hanno seguito un seminario sul giornalismo online realizzato in collaborazione con USPI (Unione Stampa Periodica Italiana) tenuto da Sara Cipriani (vice segretario generale Uspi e direttore Tuttoggi.info), che si è affiancato al laboratorio di giornalismo radiofonico con Francesco Carlini e di giornalismo televisivo, introdotto dal caporedattore della TGR RAI Umbria Giancarlo Trapanese, con la collaborazione della giornalista Antonella Marietti del Tg regionale della Rai. Il Corso, coordinato da Antonella Manni con Antonella Proietti del Comune di Spoleto, insieme a Davide Fabrizi e Marco Rambaldi dell’ufficio stampa del Comune di Spoleto e Massimo Sbardella (Gruppo ed. L’Espresso e Corriere dell’Umbria), per la prima annualità ha realizzato nelle scuole incontri con giornalisti professionisti di testate nazionali e regionali (Pietro Del Re, Italo Carmignani, Riccardo Regi, Claudio Bianconi, ecc.) e, per la prima volta, a questa iniziativa si è ispirata anche la scuola secondaria di primo grado “Valenti” di Trevi che ha attivato autonomamente un percorso di approfondimento dedicato al giornalismo con i ragazzi delle classi terze, i cui migliori articoli sono ospitati nell’ultimo numero di Notizie da Spoleto – Speciale Giovani.

Quali temi conduttori degli elaborati di quest’anno, per il Corso propedeutico di giornalismo “Walter Tobagi”, in accordo con il Comune di Spoleto, sono state proposte due citazioni.

La prima è tratta dall’ultima Relazione scritta da Walter Tobagi per l’asssemblea dei soci dell’Associazione lombarda dei giornalisti: “La democrazia di un Paese si misura dalla libertà della sua stampa. Una libertà che va difesa senza tentennamenti anche in un momento come questo, condizionato dall’esplodere di una violenza dissennata. E’ il coraggio della democrazia che deve prevalere sulla brutalità della barbarie comunque travestita. E’ la sfida della democrazia che deve prevalere su qualsiasi tentazione totalitaria”, Walter Tobagi , 26 febbraio 1980.

Autore della seconda citazione è Bernardino Ragni, professore universitario, naturalista e zoologo spoletino recentemente scomparso: “La breve storia dell’uomo sapiente apre uno spiraglio luminoso di speranza sul fosco presente e sul nerissimo futuro: la Terza Rivoluzione o Rivoluzione Postindustriale. In assoluto la più difficile, la più improbabile, la più contronatura delle tre. Essa prende il nome di: conservazione e uso sostenibile delle risorse”, da B. Ragni, Wildlife Economy. Nuovo Paleolitico, Aracne Ed., Ariccia (RM) 2015, p. 27.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!