Spacciatore inseguito, il temporale non lo salva: arrestato dalla polizia

Spacciatore inseguito, il temporale non lo salva: arrestato dalla polizia

Redazione

Spacciatore inseguito, il temporale non lo salva: arrestato dalla polizia

A casa sua gli attrezzi per confezionare droga | Sotto al letto del coinquilino 2 portafogli rubati e cellulari
Mer, 10/06/2020 - 13:24

Condividi su:


Spacciatore inseguito, il temporale non lo salva: arrestato dalla polizia

Spacciatore e ladro, il temporale non lo salva dalla polizia, che lo ha arrestato. Lo straniero, un 35enne della Guinea Bissau, alla vista degli agenti, nella zona di San Francwsco al Prato, è fuggito.

Allertata la centrale operativa da parte del personale del Reparto volanti della Questura di Perugia, diretto dal commissario Monica Corneli, gli agenti hanno proseguito la ricerca seguendo le indicazioni che arrivavano dal sistema di videosorveglianza del centro storico.

Lo spaccio di droga

Le telecamere lo hanno immortalato mentre cedeva degli involucri confezionati con del cellophane a due ragazzi e nel contempo riceveva una somma di denaro.

L’improvviso acquazzone in corso non ha impedito agli uomini della Volante di localizzare ed avvicinare l’uomo che nel frattempo cercava di allontanarsi dal parco, luogo dello spaccio, anche per trovare riparo.

La droga addosso

Sottoposto a controllo, a carico dell’uomo venivano ritrovati, ben nascosti in vari “distretti” dei propri capi di abbigliamento indossati, come ad esempio il cappuccio della felpa e fra le cuciture della cintura, tre involucri di sostanza stupefacente del tipo marijuana per un totale di circa 20 grammi, utile a confezionare ed immettere nel mercato almeno 53 dosi, nonché una somma di denaro, per un totale di 70 euro, in vari tagli di cartamoneta, ritenuta frutto dell’attività di spaccio.

I controlli a casa

Estesi i controlli presso il domicilio dell’uomo gli agenti reperivano a carico dello spacciatore un kit di confezionamento per le sostanze stupefacenti costituito da bilancia elettronica di precisione ed un rotolo di pellicola cellophane.

Portafogli e cellulari sotto il materasso

Nel contempo gli agenti attratti dal comportamento preoccupato del coinquilino dell’uomo, un cittadino extracomunitario 28enne di origini afghane, regolare sul territorio nazionale, provvedevano ad effettuare un controllo all’interno della stanza occupata da quest’ultimo. Sotto il materasso del proprio letto venivano ritrovati due portafogli, di cui uno da donna, risultato poi rubato alla stessa la sera prima, contenenti documenti di identità e dei cellulari di cui l’uomo non riusciva a dare spiegazioni relativamente al possesso.

La condanna

Il cittadino della Guinea Bissau veniva quindi arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti e, processato con rito direttissimo nella mattinata odierna, presso il Tribunale di Perugia e dovrà scontare una pena di 6 mesi e 800 euro di sanzione pecuniaria.

Il deferimento del ladro

Mentre il cittadino afghano è stato deferito all’autorità giudiziaria per il reato di ricettazione. In corso gli accertamenti finalizzati alla riconsegna dei cellulari, dei documenti e dei portafogli ai legittimi proprietari.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!