Sogepu, "Bilancio in attivo e consolidamento personale" | Incontro Goracci-sindacati - Tuttoggi

Sogepu, “Bilancio in attivo e consolidamento personale” | Incontro Goracci-sindacati

Davide Baccarini

Sogepu, “Bilancio in attivo e consolidamento personale” | Incontro Goracci-sindacati

Ven, 04/03/2022 - 09:56

Condividi su:


Cgil, Cisl e Uil Alta Umbria hanno incontrato l’amministratore unico dell'azienda di igiene ambientale a capitale pubblico, tutte le novità

Nei giorni scorsi Cgil, Cisl e Uil Altotevere si sono incontrate con l’amministratore unico di Sogepu per una verifica dell’attuale situazione delle attività dell’azienda di igiene ambientale a capitale pubblico, che ha un peso significativo per Città di Castello e gli altri comuni in cui opera.

L’amministratore Cristian Goracci, a fronte delle richieste sindacali, ha evidenziato “il buon andamento dell’azienda anche per l’anno 2021, nonostante le problematiche relative alla pandemia: Sogepu chiuderà infatti il proprio bilancio in attivo e con il consolidamento dell’attuale personale dipendente“.

Per quanto riguarda la gara d’ambito, bloccata da varie azioni legali di altri competitor, la novità è che una sentenza del Consiglio di Stato ha dichiarato la legittimità della procedura e nei prossimi mesi, salvo altri possibili ricorsi, si dovrebbe arrivare all’assegnazione. Questo, per Sogepu, vorrebbe dire estendere la propria attività in tutti i Comuni dell’Alta Umbria, con un incremento consistente di dipendenti, andando verso una uniformità di gestione e tariffe in tutto il territorio.

Per quanto riguarda i programmi d’investimento, oltre alla incentivazione della raccolta differenziata come obiettivo di orientamento, l’amministratore unico si è detto fiducioso di poter ricorrere ai finanziamenti del Pnrr per circa 8 milioni di euro, per effettuare la riprofilatura della discarica di Belladanza (intervento già previsto con delibera regionale) procedendo anche al miglioramento e alla razionalizzazione del sistema di produzione del biogas.

E’ previsto inoltre l’adeguamento e la riorganizzazione strutturale del centro di raccolta di Userna, con una implementazione dell’attività del riciclo e del riuso già parzialmente in essere attraverso una convenzione con la associazione no profit Mato Grosso. Infine, è in programma lo spostamento, ampliamento ed efficientamento dell’attuale centro di raccolta di via Mascagni a Città di Castello.

Le organizzazioni sindacali hanno sottolineato come da anni rivendichino “l’esigenza di un piano regionale per la chiusura del ciclo dei rifiuti, che sia partecipato e condiviso, per realizzare un efficientamento del sistema, favorire la sua razionalizzazione e quindi l’abbattimento di costi e tariffe, oltre alla fondamentale salvaguardia della salute di cittadini e ambiente“. Per questo, Cgil, Cisl e Uil hanno invitato Sogepu e i Comuni soci a muoversi in questa direzione. Venerdì 4 marzo, alle ore 11, è previsto un tavolo di confronto tra direzione aziendale e organizzazioni sindacali di categoria, che rappresentano i lavoratori del settore igiene ambientale, unitamente ai delegati aziendali.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!