Sir, finalmente in campo dopo il Covid | Le insidie di Monza | Recupero con Milano, chiesto il rinvio

Sir, finalmente in campo dopo il Covid | Le insidie di Monza | Recupero con Milano, chiesto il rinvio

Redazione

Sir, finalmente in campo dopo il Covid | Le insidie di Monza | Recupero con Milano, chiesto il rinvio

Sab, 21/11/2020 - 12:05

Condividi su:


Sir, finalmente in campo dopo il Covid | Le insidie di Monza | Recupero con Milano, chiesto il rinvio

Costretta dal Covid a restare ai box per tre turni in Superlega, la Sir Safety Conad Perugia mette nel mirino la Vero Volley, avversario che affronterà domani (domenica) all’Arenza di Monza alle 18 (diretta tv su Raisport).

A dirigere in campo i Block Devils non ci saranno le sapienti mani del palleggiatore Travica, ancora alle prese con il virus. Torna invece in campo, anche se potrà essere utilizzato per tutta la gara dopo i postumi dell’intervento al ginocchio, capitan Aleksandar Atanasijevic.

L’opposto serbo scalpita, come i compagni e, del resto, i tifosi: “Non vediamo l’ora di rientrare in campo, sappiamo che non ci aspetta un periodo facile, ne siamo consapevoli. Sono in arrivo tante trasferte e tante partite una di seguito all’altra, ma siamo una squadra forte e saremo pronti ad affrontarle”.

Atanasijevic: “Fondamentale l’aspetto mentale”

Atanasijevic, uno dei pochissimi ragazzi a non aver dovuto interrompere l’attività a causa del virus nelle ultime settimane, spiega le difficoltà della gara di domenica: “Contro Monza abbiamo sempre avuto difficoltà in questi ultimi anni. È una squadra che difende tanto e con un contrattacco che funziona molto bene. Sono convinto che sarà una partita difficile, noi non siamo in condizioni fisiche ottimali perché tanti miei compagni sono reduci dal Covid, ma daremo il massimo come sempre”.

L’aspetto mentale, stavolta probabilmente ancora più del solito, avrà una componente imprescindibile: “Non importa se non stiamo benissimo fisicamente, la cosa più importante sarà affrontare la partita nel modo giusto sotto l’aspetto mentale. Tutti noi, come dicevo prima, non vediamo l’ora di scendere in campo. Magari non saremo come un mese fa, ma la squadra c’è, il sistema di gioco c’è e sicuramente daremo battaglia”.

Gli avversari

Monza è attualmente settima con 10 punti in 9 partite giocate. Da un mese a questa parte è stata affidata alle cure di coach Ecchelli, subentrato in corsa dopo l’esonero di Soli e capace subito di dare sprint e convinzione alla squadra che, nelle ultime tre gare disputate, può vantare gli scampi eccellenti di Trento e Piacenza.

Una Monza (già qualificata per i quarti di Coppa Italia) che è certamente una delle mine vaganti di questa Superlega per qualità del roster e del gioco che propone in campo.

Le insidie di Monza

Un bel mix di esperienza e gioventù quello brianzolo. Ad assicurare capacità di leggere e gestire i momenti della partita ci pensano il regista classe ’83 Orduna, il centrale a stelle e strisce ex Modena Holt e l’ex bianconero Filippo Lanza, entrato ben presto nei meccanismi di gioco di Monza. A dare invece freschezza, entusiasmo e vigore fisico il resto dei sette di partenza: l’opposto turco classe ’99 Lagumdzija, l’altro centrale ed altro ex bianconero classe ’97 Galassi, lo schiacciatore ceco classe ’97 Dzavoronok (alla sua quinta stagione in Brianza) ed il promettentissimo libero classe 2000 Federici, prodotto del Club Italia. Senza dimenticare in panchina, oltre al terzo ex bianconero Beretta ed al posto quattro croato Sedlacek, il classe 2001 bielorusso Davyskiba, martello di cui si dice un gran bene.

Sotto l’aspetto tecnico Monza punta forte sulla velocità ed imprevedibilità che Orduna sa dare al proprio gioco in fase di primo attacco e soprattutto su una fase break importante costruita sul fondamentale del muro (Monza è la migliore con 89 punti e seconda dietro a Ravenna per muri vincenti per set), ma fatta anche di tanta qualità in difesa.

Il fulcro dell’attacco è certamente l’opposto Lagumdzija, colosso di 211 cm e dal braccio armato sia sotto rete che al servizio. 164 i punti messi a terra finora su oltre 300 attacchi, a dimostrazione di quanto il rendimento del turco in un senso o nell’altro sia fondamentale per le fortune del Vero Volley. Massima attenzione Perugia dovrà fare ovviamente anche al resto della squadra di Ecchelli, dai primi tempi fulminei di Holt agli attacchi sempre molto alti e profondi di Dzavoronok, dalle iniziative ficcanti di Lanza ai primi tempi molto anticipati di Galassi.

La gara contro Milano

Intanto la Sir Safety Conad ha chiesto di spostare a giovedì il recupero della gara contro Milano, inizialmente fissata a martedì, 48 ore dopo il match contro Monza. Troppo poco tempo per recuperare per una squadra che non si allena da tre settimane.


"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!