Scuola, sciopero scrutini a Terni e sit in dei docenti in Prefettura - Tuttoggi

Scuola, sciopero scrutini a Terni e sit in dei docenti in Prefettura

Federica Pucino

Scuola, sciopero scrutini a Terni e sit in dei docenti in Prefettura

Caos nelle scuole, dirigenti scolastici costretti a fermare i lavori
Ven, 12/06/2015 - 09:39

Condividi su:


Scuola, sciopero scrutini a Terni e sit in dei docenti in Prefettura

Giornate davvero difficili per i dirigenti scolastici che devono fare i conti con la massiccia adesione degli insegnanti allo sciopero degli scrutini. Consigli di classe dimezzati non possono procedere alla valutazione finale degli studenti, mentre si creano serie difficoltà di calendario per cercare di chiudere gli scrutini prima dell’inizio degli esami di maturità; le classi quinte infatti sono state escluse dalla protesta per non creare disagi ai maturandi.

L’iniziativa partita dall’Istituto Tecnico Commerciale “Allievi-San Gallo”, si sta diffondendo a macchia d’olio presso tutti gli istituti della provincia, senza risparmiare i licei, dove l’adesione è piuttosto alta, grazie al fondamentale contributo del neonato Dat (Docenti Autorganizzati Terni), un gruppo sganciato da sindacati e partiti che riunisce tutti i docenti interessati alla protesta.

In una nota del Dat si legge che: “I docenti delle scuole superiori di Terni hanno bloccato gli scrutini con punte altissime, che vanno dal 95% ad oltre il 60 %, scioperando contro la peggiore riforma della scuola della storia repubblicana del nostro paese.

La scuola capofila si conferma l’ITIS-CAT(ex-geometri) Allievi Sangallo (dove ieri sono stati bloccati tutti gli scrutini) e lo stesso è accaduto oggi. Anche al liceo scientifico Donatelli si registra blocco del 70% degli scrutini, dati di poco inferiori al Galilei e all’Istituto Casagrande; il 60% in sciopero al Liceo Artistico. Totale la mobilitazione alla scuola media Da Vinci-Nucola dove i docenti hanno bloccato il 100% degli scrutini.

Arrivano importanti dati anche dal Gandhi di Narni dove al liceo scientifico ed in quello linguistico, nell’istituto per geometri e a scienze umane si registrano percentuali di blocco che vanno dal 70 al 37 % degli scrutini e domani si prevedono adesioni ancora maggiori.

Anche ad Orvieto adesioni massicce agli scioperi: oltre al blocco totale al Liceo Artistico e al liceo Classico, numeri importanti all’Istituto Professionale (IPSIA) ed al commerciale”.

I dati sembrano parlare chiaro e il segnale lanciato contro il ddl della “buona Scuola” è forte: “gli insegnati italiani, quelli con gli stipendi più bassi d’Europa bloccati da sei anni – si legge ancora nella nota –  hanno scioperato rinunciando ad una parte dello stipendio per la difesa della scuola pubblica, contro la nefasta riforma della scuola del governo Renzi”.

Alle 11.00 è atteso il sit in sotto la Prefettura, dove una delegazione verrà accolta dallo stesso prefetto, Gianfelice Bellesini, per formalizzare le motivazioni della protesta che verranno poi inoltrare al Ministero dell’Istruzione.

© Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!