Schianto all'alba, San Nicolò piange la 21enne Sofia | Speranza per Laura - Tuttoggi

Schianto all’alba, San Nicolò piange la 21enne Sofia | Speranza per Laura

Alessia Chiriatti

Schianto all’alba, San Nicolò piange la 21enne Sofia | Speranza per Laura

Lutto anche tra gli amici del Grifo | "Una maledetta strada pericolosa"
Dom, 20/12/2015 - 12:44

Condividi su:


E’ il giorno del dolore: non solo a San Nicolò di Celle, ma anche a Perugia. Il giorno in cui famiglia e amici si risvegliano con la perdita della giovane Sofia Roscini, 21 anni, morta dopo lo schianto in auto verificatosi ieri all’alba sulla strada che da Santa Maria Rossa porta a San Nicolò di Celle. A bordo della stessa auto, una Panda rossa, c’era anche la sorella, Laura, di 23 anni. Lei lotta ancora tra la vita e la morte, ricoverata in ospedale. Erano andate a ballare insieme, ed erano ormai distanti pochi minuti da casa: Sofia sembra fosse sul sedile posteriore dell’auto al momento dello scontro. La piccola utilitaria ha impattato prima contro un albero, poi ha finito la sua corsa contro il muretto di recinzione e il cancello di una villetta che costeggia la strada dell’incidente.

Una strada maledetta – La dinamica dell’incidente è ancora al vaglio degli inquirenti, giunti sul posto insieme ai sanitari del 118, che hanno provato per circa 40 minuti a rianimare Sofia, senza però riuscire a strapparla alla morte. Sembra, da una primissima ricostruzione, che l’auto abbia sbandato per diversi metri prima del drammatico incidente. La strada dell’incidente è conosciuta per essere abbastanza pericolosa: alcuni anni fa, a causa di una lastra di ghiaccio sull’asfalto, in uno scontro tra un furgone e un’auto di grossa cilindrata perse la vita un uomo. La velocità o un colpo di sonno potrebbero essere le cause sulle quali si punterebbe maggiormente, su un tratto stradale dove a volte non vengono rispettati i limiti.

Grifo in lutto – Parenti e amici della giovane e della famiglia si stringono attorno ai congiunti di Sofia e Laura. Sofia, insieme alla sorella, era un’appassionatissima del Grifo, la squadra di Calcio del Perugia. Era solita frequentare la curva nord, in compagnia degli altri tifosi, dai quali arriva il cordoglio, e seguiva le imprese della sua squadra del cuore.

Adesso si spera per Laura, in compagnia della sorella giovanissima negli ultimi atti della vita di quest’ultima, alla guida della Panda rossa al momento del drammatico scontro: le sue condizioni sono considerate ancora gravi, seppur stazionarie, dai medici dell’ospedale di Perugia, il Santa Maria della Misericordia, dove la 23enne è ricoverata nel reparto di chirurgia toracica. Nei prossimi giorni dovrà essere operata agli arti inferiori e al bacino dai medici ortopedici della struttura. La prognosi resta riservata: i medici si dicono cautamente fiduciosi. Sul corpo della più giovane Sofia domani dovrebbe svolgersi gli ultimi esami. Una volta riconsegnata la salma, ora in obitorio, sarà il momento dei funerali, un ultimo saluto che la famiglia e gli amici potranno darle, forse martedì.

©Riproduzione riservata

(Nella foto, a sinistra Sofia Roscini, a destra Laura)

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!