A San Giustino una intera serata dedicata a Freak Antoni

A San Giustino una intera serata dedicata a Freak Antoni

Il 24 marzo al Cinema Teatro Astra di San Giustino

share

 

Sabato 24 marzo presso il Cinema Teatro Astra a San Giustino (PG) si terrà un’intera serata dedicata alla memoria di Freak Antoni, il geniale artista bolognese scomparso prematuramente tre anni fa.

Tra musica live e sorprese varie, a partire dalle 20.00 Daniela Amenta e Ida Guglielmotti presenteranno il saggio “Freak Out – Psicofisiologia di un genio” pubblicato da Compagnia Nuove Indye, compendio al disco di inediti per CNI (http://bit.ly/2enPYsI).

Un libro che è molto di più che una semplice biografia, ma un attestato lirico e struggente delle multiformi personalità di Freak. Grazie alle testimonianze di Guido Catalano, Gianni Celati, Massimo Depaoli, Stefano Disegni, Eros Drusiani, Roberto Grassilli, Danilo Masotti, Elisa Minari, Alessandra Mostacci, Sandro Oliva, Luca Pastore, Oderso Rubini, Brunetto Salvarani, Andrea Setti, Marino Severini e Vincenzo Sparagna, e agli interventi di Luca Pakarov, Diletta Parlangeli e Giulio Pasquali (che ha curato la ricchissima post-fazione con discografia e bibliografia), emerge la caratura di un personaggio che fu capito troppo poco e male in vita, ma che ha lasciato un’eredità ricca e importante.

A seguire Freakbeat il documentario firmato da Luca Pastore nel 2011. Un road movie emiliano alla ricerca del “Sacro Graal” del Grande Beat: il nastro perduto di una mitica session fra l’Equipe 84 e Jimi Hendrix. Impossibile? Forse. Ma Freak Antoni, l’intellettuale demenziale, il teppista soffice, ci crede al punto da trascinare sua figlia Margherita su un vecchio furgone Volkswagen alla ricerca della mitica reliquia sonora.

La serata è organizzata dal Cinema Teatro Astra in collaborazione con Calibro.

Per tutte le informazioni sull’evento visitare il sito ufficiale del cinema teatro Astra: http://www.astrazioni. net

Una breve scheda sulle nostre ospiti:
Daniela Nardis Amenta è giornalista, è stata capo delle culture e degli spettacoli de l’Unità. Ha scritto di musica sulle principali testate specializzate – dal Mucchio Selvaggio a Frigidaire – e ne ha parlato a lungo dai microfoni di emittenti libere e Rai, conducendo Stereonotte e Notturno Italiano. E’ stata caporedattore di Epolis e dell’Unità, direttore di Radio Città Futura, capo della redazione romana di Duel. Nel tempo ha collaborato con Urban, D di Repubblica, Rai Tre. Ha inoltre curato i lemmi musicali per l’ultima appendice dell’ Enciclopedia Treccani. Per Baldini&Castoldi ha pubblicato nel 2015 il romanzo “La ladra di piante”.

Ida Guglielmotti: conduttrice radiofonica, si occupa da sempre di musica, ma anche di arte, cultura, spettacolo. Per più di vent’anni alla conduzione di alcuni programmi di Radio Rai (StereoUno, Stereonotte, Sabato e Domenica Sport, La Notte dei Misteri) e di Rai International (Notturno Italiano), da anni è una delle voci storiche del network InBlu Radio. Preferibilmente parla di musica, ma all’occorrenza, ne scrive. Ha collaborato alla stesura de “Il Grande Dizionario della Canzone Italiana” (Rizzoli), a cura di Dario Salvatori.

share

Commenti

Stampa