Rotatoria via Pietro Conti, ecco la svolta. Parte gara per realizzazione lavori - Tuttoggi

Rotatoria via Pietro Conti, ecco la svolta. Parte gara per realizzazione lavori

Redazione

Rotatoria via Pietro Conti, ecco la svolta. Parte gara per realizzazione lavori

Mer, 18/01/2012 - 11:06

Condividi su:


Rotatoria via Pietro Conti, ecco la svolta. Parte gara per realizzazione lavori

Si avvia a conclusione il lungo iter amministrativo per la realizzazione del ramo stradale tra la rotatoria via Pietro Conti e via Camillo Bezzi finalizzato a migliorare la circolazione veicolare e pedonale del quartiere ‘Le Casette’. L’amministrazione comunale di Spoleto, tramite la direzione PIT (Progettazione Interventi sul Territorio), ha avviato in questi giorni la procedura negoziata per l’individuazione dell’impresa che dovrà realizzare le opere.

“È un intervento che consideriamo di grande importanza per l'assetto viario di tutta l'area e rispetto al quale abbiamo avuto ripetuti incontri con i cittadini residenti – ha dichiarato il Sindaco Benedetti – Ora che siamo a ridosso dell'aggiudicazione dei lavori sento il dovere di ringraziare gli uffici tecnici per l'attenzione con cui hanno seguito tutto l'iter”.

I lavori hanno un importo a base di gara di 104.700 euro, di cui 35.700 per espropri, 50.000 per gli interventi che, oltre alla costruzione di una arteria stradale prevedono anche la realizzazione di un tratto di marciapiede che consentirà ai pedoni di raggiungere in piena sicurezza l’area limitrofa alla scuola di polizia e quindi alla stazione e 19.000 per spese generali. Per snellire le procedure e, vista la crisi in atto, è stata individuata tra gli iter previsti dalla legge, la procedura negoziata che ha permesso di invitare le imprese umbre e fornire loro un’opportunità di lavoro. L’impresa aggiudicataria verrà individuata il 3 febbraio 2012.

Soddisfazione è stata espressa dall’Assessore ai lavori pubblici Giancarlo Cintioli poiché l’opera, attesa da lungo tempo, consentirà di migliorare in maniera decisiva il traffico automobilistico e pedonale in quell’area. Gli interventi, infatti, erano stati inseriti nel Programma triennale delle opere pubbliche 2010/2012 e hanno previsto articolate procedure di esproprio, una variante alla parte operativa del Piano Regolatore Generale, la predisposizione del progetto esecutivo nonché l’individuazione delle risorse necessarie.


Condividi su:


Aggiungi un commento