Rivive con il crowdfunding la webcam di Castelluccio

Rivive con il crowdfunding la webcam di Castelluccio

La telecamera di Castelluccio di Norcia è stata danneggiata dal terremoto del 2016. Una campagna di raccolta fondi per ricostruirla

share

Una webcam per raccontare un territorio, i suoi mutamenti, la sua storia. È quella di Castelluccio di Norcia, paese millenario arroccato su un colle a 1452 metri sul livello del mare. Da dieci anni, nonostante le difficoltà tecnologiche, l’installazione ha regalato scorci e panorami bellissimi agli amanti di questo territorio. Poi, il terremoto, che il 30 ottobre 2016 ha praticamente distrutto il paese e ha lesionato l’infrastruttura. Adesso la Scenari Digitali Srl vuole far tornare la webcam alla piena funzionalità.

La ‘rinascita’ della storica webcam di Castelluccio è uno dei progetti che, dallo scorso 8 febbraio, sono finanziabili sulla piattaforma Eppela, prima azienda di crowdfunding reward-based in Italia, all’interno della campagna che promuove progetti artigianali e imprenditoriali innovativi sul territorio umbro, grazie a un progetto di Cna Umbria.

“La vecchia webcam,  rimasta attiva per dieci anni, –  spiega Massimiliano Squadroni – si è danneggiata definitivamente. È stata l’ultima sentinella a guardia del paese durante il terremoto. Era l’unico presidio a distanza che ha consentito agli abitanti di monitorare il paese da lontano. Siamo comunque riusciti ad arrivare sul posto e a ripararla, ma poi col tempo è diventata inutilizzabile. Adesso vogliamo rifarla insieme a un nuovo impianto fotovoltaico. È un progetto profondamente legato a un territorio che vogliamo rilanciare. Molte delle attività ricominceranno nella zona e questa azione farà da volano per un nuovo inizio. È un progetto molto condiviso e partecipato. Inoltre regaleremo come ricompensa un sacchettino di semi selezionati dai campi di lenticchie dei terreni di Castelluccio per poter far replicare in piccolo a tutti la fioritura dei piani di Castelluccio”.

La Scenari Digitali Srl si rivolge al crowdfunding con l’obiettivo di raccogliere 10mila euro per realizzare un nuovo impianto fotovoltaico per l’alimentazione, attivare una webcam di ultima generazione, un router in grado di operare a basse temperature e un server in cloud per conservare tutte le registrazioni.

A questo, come agli altri progetti selezionati, Cna Umbria offrirà non solo la possibilità di ottenere il finanziamento, ma anche un budget economico da spendere per la promozione sui social e un servizio di ufficio stampa a supporto.
La storia della webcam e tutte le informazioni sono reperibili cliccando qui

share

Commenti

Stampa