Rifiuti a Ferragosto a Pian di Massiano, la protesta corre sul web - Tuttoggi

Rifiuti a Ferragosto a Pian di Massiano, la protesta corre sul web

Redazione

Rifiuti a Ferragosto a Pian di Massiano, la protesta corre sul web

Mar, 16/08/2011 - 12:20

Condividi su:


Bottiglie, cartacce, sacchetti, sono i protagonisti di alcune foto che in questi giorni di Ferragosto sono circolate su web, per iniziativa di alcuni cittadini di Perugia che hanno denunciato lo stato di degrado in cui versa l'area di Pian di Massiano dopo il mercato.

“Questo è lo scenario che si presenta a chi si trova di passare o posteggiare l'auto a Pian di Massiano”, scrive l'autore delle foto che documentano l'abbondante presenza di rifiuti in tutta l'area di mercato. “Mentre la mattina si svolge il mercato del sabato, il pomeriggio ci troviamo davanti certi spettacoli indecorosi da inciviltà. La Gesenu che è incaricata a svolgere il servizio di ripulitura per conto del comune di Perugia ha solamente rimosso le ceste e cassette, ma la spazzatrice che di solito dovrebbe fare il giro dov'è?”, si chiede l'autore, raccogliendo l'approvazione di tanti altri sui social network.

Interrogazione consiliare – Una domanda sul tema è stata posta in un'interrogazione le scorse settimane dai consiglieri comunali Prisco e Varesano all'assessore all'ambiente del comune di Perugia Lorena Pesaresi. I due consiglieri hanno chiesto conto all'amministrazione della “precaria situazione igienica” di alcune aree cittadine (Pian di Massiano, Parlesca, Piazza Grimana) nei giorni successivi alla presenza dei mercati cittadini.

Varasano, in particolare, ha sottolineato “la permanenza per giorni dei rifiuti, peraltro accatastati senza alcuna differenziazione tra materiali vari”. A fronte di ciò i due consiglieri del Pdl hanno chiesto di sapere se e come viene effettuata la raccolta differenziata in tali casi e se gli esercenti paghino o meno delle tariffe per lo smaltimento.

Nella sua risposta l'assessore Pesaresi ha riferito che “purtroppo, nell’ambito dei mercati cittadini persistono comportamenti non conformi alle regole da parte degli esercenti. Nonostante ciò la Gesenu provvede alla raccolta dei rifiuti attraverso un apposito servizio, cercando poi di realizzare una sorta di differenziazione 'a posteriori'”. (fda)

Foto di Fabio Pieroni

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!