Rapine in farmacie a Terni e a Perugia, arrestati due quarantenni | Video

Rapine in farmacie a Terni e a Perugia, arrestati due quarantenni | Video

Marco Menta

Rapine in farmacie a Terni e a Perugia, arrestati due quarantenni | Video

Gio, 03/06/2021 - 15:11

Condividi su:


Arrestati i due uomini che, lo scorso 29 marzo, avrebbero commesso una rapina a mano armata in farmacia, a Terni e a Perugia.

Scatta l’arresto per i presunti autori delle rapine avvenute lo scorso 29 marzo ai danni di due farmacie di Terni e Perugia.

La brillante operazione della Polizia di Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica di Terni, ha portato all’arresto di un 42enne originario di Bologna e un 46enne della provincia di Cosenza, entrambi residenti nel Viterbese, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. di Terni su richiesta della locale Procura.

Rapine in farmacia, la prima a mano armata a Terni

Il 29 marzo 2021, intorno a mezzogiorno, la farmacia ternana di Viale della Stazione subiva una rapina a mano armata.

In quell’occasione, gli elementi raccolti, tra cui le immagini delle telecamere e le dichiarazioni di alcuni testimoni, hanno consentito di individuare un uomo con abiti scuri, scarpe blu, una mascherina e un cappello. Aveva con sé, inoltre, una borsa rossa, nella quale, presumibilmente, avrebbe nascosto i 2.000 euro del furto.

Una rapina analoga a Ponte San Giovanni due ore dopo

Appena due ore dopo, agli investigatori è giunta notizia di un’altra rapina a una farmacia di Ponte San Giovani (PG) con le stesse modalità. Tuttavia, l’uomo individuato nei filmati indossava scarpe, mascherina e borsa di colore diverso. Il bottino, questa volta, ammontava a circa 1.700 euro.

Le indagini sull’asse Terni – Ponte San Giovanni

A quel punto, sulla base di una probabile connessione tra i due eventi, le indagini si sono concentrate sul percorso Terni – Ponte San Giovanni. E, proprio in una stazione di ristoro nei pressi di Acquasparta (TR), le riprese delle telecamere hanno mostrato due uomini, uno dei quali con un paio di scarpe compatibili con quelle del rapinatore di Ponte San Giovanni. Quest’ultimo, in particolare, ha persino chiesto al titolare dell’attività di cambiare 70 euro: la stessa cifra in monete derubata alla farmacia di Terni.

Il mezzo utilizzato per la rapina ripreso ad Acquasparta

Sempre nei filmati dell’area di sosta di Acquasparta, gli addetti hanno notato la presenza di una Fiat Punto con un fendinebbia rotto. Un’auto compatibile con quella ripresa nei pressi della farmacia di Terni poco prima della rapina. In seguito ad accertamenti, l’autovettura risulterà intestata alla madre del 46enne originario di Cosenza.

L’arresto a Grosseto

L’arresto dei due in flagranza di reato è avvenuto a Grosseto il 7 aprile scorso, mentre tentavano, ancora una volta, di svaligiare una farmacia. Anche in questa circostanza l’auto adoperata era la stessa, e il responsabile aveva di nuovo provveduto a cambiare abbigliamento.

Il Dirigente della Squadra Mobile e il Sostituto Procuratore Coraggio che ha coordinato le indagini

In carcere a Grosseto e a Cosenza

Da quel momento, il 42enne, autore materiale anche delle rapine nelle farmacie di Terni e Ponte San Giovanni, si trova in carcere a Grosseto. Il 46enne, invece, è stato raggiunto nella sua abitazione di Cosenza dagli uomini della Squadra Mobile di Terni, che, con l’ausilio dei Commissariato di Pubblica Sicurezza di Paola, lo hanno associato al carcere locale.

L’uomo originario di Bologna, con precedenti per stupefacenti e reati contro il patrimonio, era da tempo sottoposto alla Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno nella provincia di Viterbo. L’altro, invece, con precedenti per reati contro la persona e resistenza a pubblico ufficiale, era agli arresti domiciliari.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!