Rapinano un giovane contattato in chat, arrestati tre minorenni

Rapinano un giovane contattato in chat, arrestati tre minorenni

Redazione

Rapinano un giovane contattato in chat, arrestati tre minorenni

Mar, 02/05/2023 - 14:50

Condividi su:


Calci e pugni al 18enne e all'amico che voleva aiutarlo, fermati da due agenti che non erano in servizio

La polizia ha arrestato tre minorenni, accusati di aver aggredito e rapinato un ragazzo di diciotto anni, ferendo inoltre l’amico che era intervenuto in suo soccorso.

Dopo aver allertato la Sala Operativa, che immediatamente aveva inviato una volante in ausilio, i due agenti hanno sentito la vittima dell’aggressione. Il 18enne ha riferito di essere stato contattato su un social network da un ragazzo – successivamente identificato come un minore classe 2006, con precedenti di polizia – che, dopo aver risposto ad un suo annuncio per l’acquisto di alcune sigarette elettroniche, gli aveva dato appuntamento presso i parcheggi della scuola elementare di San Martino in Colle.

Arrivato nel luogo dell’incontro, il giovane era stato subito aggredito alle spalle da tre ragazzi che, nell’occasione, lo hanno picchiato con un casco, facendolo cadere a terra, per poi continuare con calci e pugni. Inutile l’intervento dell’amico, giunto in suo aiuto, a sua volta aggredito con pugni.

I tre aggressori dopo aver sottratto il portafoglio e le sigarette alla prima vittima, si sono allontanati. Fermati però poco dopo da due agenti, che non erano in servizio.

I poliziotti, a quel punto, dopo essersi sincerati delle condizioni di salute delle vittime – poi recatisi al pronto soccorso per le cure del caso – hanno portato i tre autori della rapina in Questura per le attività di rito.

Dopo essere stati identificati come tre minorenni tutti classe 2006 e con precedenti di polizia, i predetti venivano sottoposti a perquisizione che dava esito positivo, in quanto veniva rinvenuta la refurtiva ed il casco utilizzato per l’aggressione.

Sussistendo lo stato di quasi flagranza i tre minori, sentito Flaminio Monteleone procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni, venivano arrestati per il reato di concorso in rapina pluriaggravata (nonché denunciati a piede libero per i reati di concorso in lesioni aggravate dal numero delle persone e dall’uso di uno strumento atto ad offendere) e sono stati condotti presso la propria abitazione dove devono restare in attesa in attesa dell’udienza di convalida.

Le sigarette elettroniche e il casco, invece, sono stati sottoposti a sequestro.

ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community

    L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


      trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

      "Innovare
      è inventare il domani
      con quello che abbiamo oggi"

      Grazie per il tuo interesse.
      A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!