Rapina a mano armata in gioielleria, ladro colpisce alla testa titolare | E' caccia all'uomo - Tuttoggi

Rapina a mano armata in gioielleria, ladro colpisce alla testa titolare | E’ caccia all’uomo

Davide Baccarini

Rapina a mano armata in gioielleria, ladro colpisce alla testa titolare | E’ caccia all’uomo

Il colpo è avvenuto alla gioielleria "Gio.Re" di Gubbio in pieno giorno | Una cliente con i bambini entra in negozio e sconvolge i piani dell'uomo, inducendolo a scappare | Il bottino sarebbe notevole
Ven, 31/05/2019 - 10:05

Condividi su:


Momenti di puro terrore, ieri pomeriggio (giovedì 30 maggio) al centro direzionale Prato di via Ubaldi, a Gubbio, precisamente nella gioielleria “Gio.Re”, dove in meno di due minuti è avvenuta una rapina a mano armata.

Intorno alle 18 il ladro, che già una settimana prima si era finto cliente interessato ad alcuni articoli, è tornato nel negozio, chiedendo alla titolare di mostrargli altri preziosi per un regalo. Appena il tempo di girarsi e la donna si è ritrovata con la pistola puntata addosso.

Dopo le prime minacce la proprietaria si sarebbe avviata verso l’uscita chiedendo aiuto ma l’uomo l’ha prontamente bloccata, colpendola addirittura alla testa con il calcio dell’arma. In quegli attimi concitati, e con la donna a terra, sono entrati in gioielleria una cliente con i suoi due bambini, che hanno assistito alla scena e che, probabilmente, hanno rovinato i piani dell’uomo, spingendolo ad arraffare il possibile e darsi alla fuga. Molti spaventati testimoni, all’esterno, hanno detto aver assistito ad una scena da film, vedendo un uomo con la pistola in mano correre a tutta velocità verso via Perugina.

Sul posto sono arrivati i carabinieri eugubini, che hanno subito avviato le indagini per la caccia all’uomo. I militari al momento hanno il primo sommario identikit del fuggitivo, fornito dalla proprietaria. Quest’ultimo sarebbe un uomo di media statura, italiano e con un accento spiccatamente meridionale. Saranno comunque esaminati anche i filmati di alcune telecamere degli esercizi limitrofi, che potrebbero aver ripreso il fuggitivo. Purtroppo per la gioielleria “Gio.Re.” non si tratta della prima rapina. Anche in questo caso il bottino del colpo risulterebbe notevole. Del ladro, al momento, ancora nessuna traccia.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!