Quintana, Raponi al Contrastanga e Stefano Antonelli verso il Giotti

Quintana, Raponi al Contrastanga e Stefano Antonelli verso il Giotti

Si muove il ‘puzzle’ delle scuderie rionali | Resta fuori Matteo Martelli

share

Il puzzle delle scuderie quintanare si va pian piano definendo con tutte le caselle che iniziano a tornare a posto in vista della Sfida del prossimo giugno. La scorsa settimana, come già anticipato anche da Tuttoggi.info, il rione Contrastanga ha ufficializzato nella segreteria di Palazzo Candiotti, l’ingaggio ufficiale del nuovo cavaliere: a difendere i colori gialloblù sarà Riccardo Raponi, trentaduenne di Recanati, nelle Marche.

Insieme con il neo Furente, approdato in via Piermarini in sostituzione del plurivittorioso Luca Innocenzi, tornato all’ombra merlata del rione Cassero, arriverà anche Guido Crotali, marchigiano con una lunga esperienza maturata nella Quintana ‘cugina’ di Ascoli Piceno ed in vari tornei storico equestri. Sarà il referente tecnico della scuderia gialloblù così come convenuto con il priore Francesco Felicioni.

Riccardo Raponi giunge al rione Contrastanga direttamente dai vicini del rione Croce Bianca, che proprio sabato scorso in una cena nella Taverna del Fedele in via Butaroni, hanno festeggiato alla grande il ritorno sotto le insegne biancorosse del plurivittorioso Massimo Gubbini, che torna a vestire i panni da Fedele dopo l’addio agli storici rivali del rione Giotti.

Tornando alle questioni gialloblù, messer Raponi e Crotali saranno presentati nel corso di un pranzo già messo in agenda per il 18 febbraio. Sarà lui a giostrare per il popolo di via Piermarini, sia a giugno che nella Giostra della Rivincita di settembre. E pensare che sul Campo de li Giochi aveva debuttato proprio con il rione Cassero nel 2015. “Diamo il benvenuto a Riccardo all’interno del nostro rione  – fa sapere il priore Francesco Felicioni – sicuri di aver fatto la scelta giusta, e siamo convinti di poter dire la nostra”.

Resta così fuori dai giochi il cavaliere folignate Matteo Martelli sostituito, come detto da Luca Innocenzi. Ora la casella da riempire è quella biancoceleste del rione Giotti, che dopo la cessione di Gubbini ai rivali crocebianchini, sembra puntare sempre di più sul giovane debuttante Stefano Antonelli, di Foligno pronto a vestire i panni di Animoso per approdare in piazza Faloci.

 

 

share

Commenti

Stampa