"Questi è quel Raffael", suggestioni musicali a Spello nel nome di Raffaello - Tuttoggi

“Questi è quel Raffael”, suggestioni musicali a Spello nel nome di Raffaello

Redazione

“Questi è quel Raffael”, suggestioni musicali a Spello nel nome di Raffaello

Nel desiderio di omaggiare Raffaello, a Spello una summa di polifonia sacra e profana dei più illustri compositori del tempo
Sab, 01/08/2020 - 11:16

Condividi su:


“Questi è quel Raffael”, suggestioni musicali a Spello nel nome di Raffaello

Prosegue la stagione concertistica degli “AMICI DELLA MUSICA DI FOLIGNO – Sabato 1 agosto – ore 21, Spello – Chiesa di San Lorenzo

QUESTI È QUEL RAFFAEL

Suggestioni musicali nella luce di Raffaello Sanzio
Carlotta Colombo soprano-Lucia Napoli alto-Alberto Allegrezza tenore-Riccardo Pisani tenore-Gabriele Lombardi basso-Francesco Corrias direttore

Mottetti e Madrigali

In programma musiche di Jacobus Clemens non Papa, Josquin des Prez, Heinrich Isaac, Giovanni Pierluigi da Palestrina, Cipriano de Rore, Orlando di Lasso, Philippus de Monte, Jaches de Wert, Luca Marenzio, Francesco Corrias (prima esecuzione assoluta) con il patrocinio del Comune di Spello in collaborazione con Parrocchia di Santa Maria Maggiore

ANNIVERSARI

Nel Rinascimento l’Arte nella molteplicità delle sue forme era concepita quale espressione unica e totale dell’Uomo: Leonardo fu anche un valente suonatore di lira da braccio e Michelangelo si dilettò nel comporre sonetti.

Meno conosciuti sono i sonetti di Raffaello Sanzio, di cui nel presente anno ricorrono i 500 anni dalla morte.

Nel desiderio di omaggiare colui che fu uno dei più grandi spiriti del tempo e dell’intera storia dell’arte, il concerto offre l’affresco musicale di un secolo glorioso al cuore del Rinascimento: una summa di polifonia sacra e profana dei più illustri compositori del tempo interpretati da alcuni dei più affermati interpreti del repertorio.

Inoltre, del direttore musicale Francesco Corrias verranno proposti – in prima esecuzione assoluta – due brani a lui commissionati per l’occasione dagli Amici della Musica di Foligno, su testi dello stesso Raffaello e di Pietro Bembo”

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!