Progetto Family Help, domande ammissione prorogate al 15 luglio - Tuttoggi

Progetto Family Help, domande ammissione prorogate al 15 luglio

Redazione

Progetto Family Help, domande ammissione prorogate al 15 luglio

Il progetto punta ad alleggerire il carico di cura del contesto familiare, in presenza di bambini, anziani e disabili
mercoledì, 06/06/2018 - 15:39

Condividi su:


Progetto Family Help, domande ammissione prorogate al 15 luglio

Prorogata al 15 luglio 2018 la scadenza per la presentazione delle domande per l’avviso “Family Help”. L’intervento è finalizzato a favorire la partecipazione al mondo del lavoro, tramite un’azione volta ad alleggerire il carico di cura del contesto familiare, in particolare laddove siano presenti anziani, minori, persone disabili o comunque bisognose di aiuto.

È prevista l’assegnazione di un contributo massimo di 800 euro, con anticipo pari al 50% dello stesso e il restante a rendicontazione delle spese sostenute per la retribuzione di prestazioni o servizi integrativi flessibili (ad esempio attività di supporto a bambini e ragazzi come accompagnamento a scuola o nelle attività extra-scolastiche, espletamento di attività domestiche, accompagnamento di anziani, minori, disabili, o persone in difficoltà), erogati da un prestatore di lavoro a domicilio e acquisibili nel rispetto della normativa vigente in materia.

L’avviso è rivolto a soggetti titolari di un contratto di lavoro, iscritti a corsi di formazione o qualificazione professionale, che svolgano un lavoro autonomo, un tirocinio extracurriculare o pratica professionale, oppure a persone con parenti o affini in linea diretta, all’interno o meno dello stesso nucleo familiare, per cui si renda necessaria la cura. In tutti i casi, l’Isee di chi richiede il contributo non deve essere superiore a 25mila euro.

Per la Zona Sociale n. 9 Umbria (Comuni di Spoleto, Castel Ritaldi, Campello sul Clitunno e Giano dell’Umbria) la “Domanda di ammissione – Family Help” con una delle seguenti modalità:

·a mano presso: l’Ufficio Accoglienza/Protocollo della Direzione comunale Servizi alla Persona del Comune di Spoleto Capofila della Zona Sociale n. 9 Umbria, sita in Via San Carlo n. 1,3 Spoleto: lunedì – martedì 8.30-13.00/giovedì 15.00-17.00; l’Ufficio Protocollo della sede centrale del Comune di Campello sul Clitunno afferente la Zona Sociale n. 9 Umbria: lunedì – venerdì 9.30-12.30/lunedì e giovedì 15.00-17.00; l’Ufficio Protocollo della sede centrale del Comune di Castel Ritaldi afferente la Zona Sociale n. 9 Umbria: martedì e venerdì 9.00 -13.00/lunedì e mercoledì 15.00-17.00;l’Ufficio Protocollo della sede centrale del Comune di Giano dell’Umbria afferente la Zona Sociale n. 9 Umbria: lunedì – venerdì 9.00-13.00;

·a mezzo raccomandata a/r al seguente indirizzo: Comune di Spoleto – Direzione Servizi alla Persona – Via San Carlo 1,3 – 06049 Spoleto PG;

·tramite posta elettronica certificata (PEC) secondo le disposizioni vigenti al seguente indirizzo: comune.spoleto@postacert.umbria.it

Per informazioni:

·Comune di Spoleto Direzione Servizi alla Persona il lunedì e il martedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e il giovedì pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 17.00;

· Comune di Campello sul Clitunno il lunedì e il giovedì dalle ore 9.30 alle ore 13.00;

· Comune di Castel Ritaldi il mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 13.00;

·Comune di Giano dell’Umbria il lunedì e il mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 13.00.


Condividi su:


Aggiungi un commento