Primarie, la soddisfazione del Circolo Sel sulla percentuale ottenuta da Vendola a Spoleto - Tuttoggi

Primarie, la soddisfazione del Circolo Sel sulla percentuale ottenuta da Vendola a Spoleto

Redazione

Primarie, la soddisfazione del Circolo Sel sulla percentuale ottenuta da Vendola a Spoleto

Lun, 26/11/2012 - 12:52

Condividi su:


“Una bella giornata per la democrazia e la migliore risposta all’antipolitica e ai populismi. Una dimostrazione concreta che il popolo del centrosinistra c’è, è presente e vuole ancora, nonostante tutto, dire la sua riguardo la scelta, non solo del prossimo candidato premier, ma anche e soprattutto del programma della prossima coalizione che si candida alla guida del Paese.”

Così la coordinatrice del Circolo SEL di Spoleto, Alessandra Massari, sulle votazioni delle Primarie del 25 novembre, che vede il movimento attestarsi a Spoleto all’11,08%. “Il nostro risultato non può essere messo a confronto con le consultazioni precedenti perché il circolo “E. Berlinguer” è nato soltanto nel mese di febbraio 2011; siamo comunque soddisfatti per un risultato ottenuto con le pochissime forze e risorse a diposizione, frutto esclusivamente delle contribuzioni volontarie degli iscritti e dei simpatizzanti, che ringrazio moltissimo per i voti con i quali ci hanno sostenuto. Così come ci tengo a ringraziare tutti i volontari di SEL che ieri, con entusiasmo e dedizione, hanno prestato la loro collaborazione nei tanti seggi del nostro territorio”.

Non ci si può tuttavia, di fronte al sorprendente risultato ottenuto dal candidato Renzi a Spoleto, esimere dal chiedersi i motivo della percentuale ottenuta , 49,69% contro il 37,79% di Bersani, quando, almeno in teoria, tutta la macchina organizzativa del PD spoletino, la quasi totalità della sua classe dirigente politica e amministrativa, Sindaco compreso, erano schierati compatti per il segretario del PD. Sorge il dubbio spontaneo che forse, nel segreto dell’urna, molti abbiano votato diversamente rispetto alle intenzioni dichiarate. Senza tuttavia tralasciare quello che a nostro avviso è un altro dato politico molto rilevante: il fatto cioè che quel risultato sia stato ottenuto a Spoleto, in analogia sembra a quanto avvenuto in tutta Italia, con i voti di tanti elettori storici della destra.

Per quanto riguarda l’indicazione di voto agli elettori di SEL per il ballottaggio del 2 dicembre, la coordinatrice A. Massari, sostiene di non dare niente per scontato. Sarà importante, anzi, fondamentale, capire quello diranno i due competitor, Bersani e Renzi rispetto ai temi che SEL ha portato al centro del dibattito politico in questa bellissima campagna elettorale. Capire, senza infingimenti e giri di parole, chi dei due metterà al centro un avanzamento concreto dei diritti civili e sociali; una reale discontinuità con le politiche neoliberiste del governo Monti, chi saprà cioè declinare in modo chiaro da quale parte stare, in quale campo militare. Questo è quello che il popolo della Sinistra vuole conoscere con chiarezza, perché, tanto per fare un esempio, non si può stare con Marchionne e con gli operai della Fiat contemporaneamente!

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!