Preci, tanta solidarietà per il piccolo borgo della Valnerina

Preci, tanta solidarietà per il piccolo borgo della Valnerina

Le iniziative e i progetti per il Comune colpito dal terremoto del 2016 | Il ringraziamento del vicesindaco Paolo Masciotti

share

Dopo il terremoto dell’agosto 2016 e gli eventi successivi, fino alla terribile scossa del 30 ottobre che ha dato il colpo di grazia alla Valnerina, molteplici sono stati i gesti di solidarietà nei confronti della comunità di Preci che hanno visto protagonisti associazioni, singoli cittadini, il sindacato, Comuni dell’Umbria ed i vari Comuni appartenenti alla associazione nazionale dei Borghi più belli d’Italia.

Il vicesindaco Paolo Masciotti riassume una serie di progetti importanti per i cittadini ed i bambini del piccolo Comune della Valnerina, che è riuscito ad organizzare e realizzare grazie ai contatti intrecciati nel tempo con tanti generosi interlocutori, ed è il caso di dirlo, con veri e propri benefattori.

L’associazione Moto Club di Palombara Sabina ha donato dei banchi di scuola nuovi, un proiettore ed un computer per l’attività scolastica destinati alla scuola Primaria e dell’Infanzia di Preci. Il materiale è stato consegnato presso i locali della scuola alla presenza delle insegnanti, che per l’occasione hanno consegnato al presidente un cartellone disegnato dai bambini.

Il vicesindaco Paolo Masciotti, inoltre, parla dei colloqui e degli accordi intercorsi con i signori Marco Pasquini e Barbara Luchetti, titolari della ditta Fashion Service srl, “cui va un profondo ringraziamento, in quanto hanno donato un defibrillatore da custodire nella scuola di Preci, contribuendo in modo concreto alla prevenzione della salute dei piccoli alunni”. Racconta anche dei contatti con il segretario generale della Femca Cisl Umbria, Fabrizio Framarini, e della iniziativa intrapresa insieme a tutti gli iscritti al Sindacato, grazie alla quale è stato deliberato l’acquisto di un altro defibrillatore che sarà donato alla comunità preciana. Ringraziando per questi gesti di solidarietà, a vantaggio di tutta la popolazione di Preci, il vicesindaco sottolinea l’importanza della presenza di tali apparecchiature mediche nei luoghi maggiormente frequentati dalla popolazione e nelle scuole. Lo stesso Masciotti ha manifestato in Giunta comunale l’intenzione di organizzare quanto prima sul territorio dei corsi di formazione per l’utilizzo di questi preziosi macchinari salvavita, che saranno svolti a cura di personale specializzato.

L’Associazione nazionale dei Borghi più belli d’Italia si è resa protagonista di una raccolta fondi a favore dei Comuni terremotati: il presidente Fiorello Primi ha annunciato, in occasione della 18° Assemblea tenutasi a Norcia, la donazione di una cospicua somma a favore dei Comuni di Amatrice, Visso, Preci e Norcia. Durante tale assemblea il vicesindaco Paolo Masciotti ha ringraziato l’Associazione ed il coordinatore regionale per l’Umbria Antonio Luna.

Inoltre a seguito della collaborazione consolidatasi all’interno della stessa associazione, tra l’amministrazione comunale ed il sindaco del Comune di Valvasone Arzene, Markus Maurmair, nell’ambito del Coordinamento dei Borghi più Belli d’Italia in Friuli Venezia Giulia, il grup Artistic Furlan di Valvasone Arzene si è adoperato in una raccolta fondi contribuendo così alla realizzazione della futura Scuola Primavera e Primaria del Comune di Preci. Parimenti anche il Comune di Spello e le Associazioni di Volontariato e di Protezione Civile si sono resi protagonisti di una raccolta fondi per lo stesso progetto.

Sempre da questa rete di rapporti stretti nell’Associazione dei Borghi più belli d’Italia si deve la realizzazione di un’altra iniziativa di raccolta fondi per Preci. Sotto il coordinamento del sindaco Sergio Batino e del vicesindaco Romeo Pippi del Comune di Castiglione del Lago, circa 20 Associazioni tra cui la Confraternita della Misericordia e tanti cittadini, hanno donato una casetta prefabbricata di legno di circa 40 metri quadrati, utilizzata dalle lavoratrici del settore calzaturiero per la ripresa della loro attività produttiva presso la zona artigianale “Il Lago” di Preci.

Un’altra raccolta fondi da menzionare è quella dell’Associazione Pro loco di Rioveggio, in provincia di Bologna, che ha donato la somma di 5.000 euro. “Ma – aggiunge il Vicesindaco – non possiamo dimenticare il contributo della Università della Terza Età di Città di Castello che nella persona del presidente onorario Paolo Bruschi ha fatto dono dei giochi da installare nel giardino della Scuola dell’Infanzia di Preci”.

Paolo Masciotti, infine, vuole ringraziare, a nome di tutta l’Amministrazione comunale, la Società FMI – Farina Manutenzioni industriali srl di Alfonsine (RA) la cui donazione di fondi ha permesso all’Ufficio Tecnico e Protezione Civile del Comune di Preci di dotarsi di un’automobile per svolgere i numerosi sopralluoghi tecnici.

Infine un annuncio. “Il nostro Comune, grazie all’impegno di tutta l’Amministrazione comunale ed il lavoro svolto con grande professionalità dall’Ufficio Tecnico comunale, ha ottenuto un importante finanziamento europeo – PSR 2014/2020 – di circa 550mila euro finalizzato alla sistemazione della strada “Roccana” che da Roccanolfi va fino a Collazzoni e Casali di Montebufo: il progetto, che dovrà essere predisposto entro luglio, permetterà il miglioramento della sede stradale a beneficio dei cittadini e dei turisti che vorranno visitare queste frazioni”.

share

Commenti

Stampa