Povertà e azione politica, in una mozione del capogruppo Gammarota a Foligno - Tuttoggi

Povertà e azione politica, in una mozione del capogruppo Gammarota a Foligno

Redazione

Povertà e azione politica, in una mozione del capogruppo Gammarota a Foligno

Nella mozione anche la richiesta di, “affrontare la problematica dei 'senza tetto' con l’intento di conoscere, prevenire e tentare di risolvere talune situazioni "
Lun, 16/12/2019 - 15:23

Condividi su:


Povertà e azione politica, in una mozione del capogruppo Gammarota a Foligno

“Considerare il tema della povertà tra le priorità dell’azione politica e amministrativa del mandato 2019-2024”. E’ uno dei punti principali di una mozione presentata da Mario Gammarota, capogruppo consiliare di Foligno 20/30, che contiene una serie di proposte per prevenire e contrastare la povertà nel territorio comunale di Foligno.

Nella mozione si chiede che Sindaco, giunta e Consiglio comunale si impegnino, tra l’altro, “a sviluppare un percorso partecipativo, con audizioni nelle commissioni preposte, dei soggetti sociali cittadini che si occupano del sostegno al disagio e alla povertà, fino ad esaminare il tema con la convocazione di un Consiglio comunale aperto con l’intento di aprire il dibattito alla partecipazione di cittadini e parti sociali”.

Si chiede, inoltre, di “affrontare la problematica dei “senza tetto” con l’intento di conoscere, prevenire e tentare di risolvere tali situazioni, con il contributo fondamentale delle istituzioni e delle associazioni che operano ogni giorno al fianco dei poveri e degli indigenti”.

Nella mozione si propone di “istituire un tavolo permanente di monitoraggio ed elaborazione continua con funzioni di analisi e conoscenza delle situazioni di disagio ed indigenza e di individuazione, co-progettazione ed implementazione di azioni che aiutino individui e famiglie ad uscirne”.

L’obiettivo è di “coinvolgere gli attori principali (servizi sociali, Asl, distretto socio-sanitario, forze dell’ordine, organizzazioni sindacali, associazioni di categoria, agenzie per il lavoro, Caritas, oratori, associazioni di volontariato) in un percorso volto ad affrontare, ma anche a prevenire le situazioni di disagio estremo, come, altresì, ad intervenire nel caso in cui tali situazioni sfocino in atti che tendano a minare la sicurezza urbana, e che possano alimentare l’offerta disperata di lavoro sfruttato e sommerso”.

Nel documento si ricorda anche l’ultimo rapporto redatto dalle otto Caritas della regione Umbria che “inquadra il fenomeno della povertà: nel 2018 in Umbria la quota delle famiglie in povertà relativa è pari al 14,3%, in crescita rispetto al 12,6% dell’anno precedente”.

Gammarota sottolinea inoltre che in ottemperanza all’ordinanza 514 (17/09/2019) è stato applicato il primo “daspo urbano” a Foligno (allontanamento dalla città per 48 ore) e in data 09/10/2019 il personale del Comando dei Vigili urbani è intervenuto in centro storico, tra via Umberto I e via Oberdan, trovando ed allontanando 5 persone “senza tetto”.


Condividi su:


Aggiungi un commento