Popolare Spoleto, aperto un nuovo sportello a Torino - Tuttoggi

Popolare Spoleto, aperto un nuovo sportello a Torino

Redazione

Popolare Spoleto, aperto un nuovo sportello a Torino

Sab, 24/11/2012 - 10:58

Condividi su:


Popolare Spoleto, aperto un nuovo sportello a Torino

In una nota della Banca Popolare di Spoleto , l'annuncio della nuova apertura di spoertello a Torino e le ultime informazioni sull'attività corrente d'Istituto.

La crisi? Lunga e devastante, ma per motori ben costruiti può essere anche un'occasione di crescita e di competizione. E' ciò che dimostra Bps che, a riconferma della sua dinamicità e dei suoi buoni numeri porta avanti il suo trend di espansione territoriale. Alle centosei unità già operative in Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Toscana e Lombardia si aggiunge infatti oggi il nuovo sportello di Torino. Una sede prestigiosa, quella che si è inaugurata oggi alle 17,30 in Corso Duca degli Abruzzi , 6 , al centro della “ Crocetta” uno dei quartieri residenziali più esclusivi del capoluogo piemontese. Ubicata vicino al Politecnico, la sede torinese di Bps vanta uno staff commerciale ed un team di sala di primordine . Gli addetti al corporate ed al private, insieme agli addetti allo sportello, dodici oltre al titolare, Dario Garino, sfoggeranno a Torino lo stile Bps di fare banca: trasparenza, attenzione, immediatezza e cortesia verso ogni cliente . All'inaugurazione ha presenziato una qualificata rappresentanza di autorità istituzionali, di imprenditori, di professionisti e moltissimi privati cittadini. “ In tutti i nostri nuovi insediamenti al di fuori dell'Umbria – ha detto il Direttore Generale Francesco Tuccari – abbiamo sempre voluto farci conoscere per la nostra efficienza mai separata dall'attenzione alle necessità della clientela, alla capacità di dialogo nella chiarezza. Nonostante le avversità di una lunghissima congiuntura economica la nostra Banca dimostra grande vivacità con i dati recentissimi della trimestrale al 30 settembre 2012.”.
Continuando, il Direttore Generale Francesco Tuccari ha espresso grande soddisfazione per l’esito del collocamento dei “chocogold – il certificato dalle uova d’oro” la campagna di raccolta della Banca in co-marketing con Eurochocolate.
In un mese e mezzo sono stati depositati 75,5 milioni di euro di nuova raccolta, a fronte di ben 2.280 sottoscrittori, battendo le previsioni dell’avvio e richiedendo l’ampliamento del plafond, inizialmente di 70 milioni.
Tra i sottoscrittori, il 30% circa sono nuovi clienti, segno indiscutibile di fiducia dal mercato.
Da segnalare l’importo medio sottoscritto, pari a circa 33.000 euro, segno che questa volta, ancor più delle passate campagne, si è trattato di una grande sottoscrizione popolare.
Il risultato batte sia per importo che per numero di sottoscrizioni la campagna Chocobond dello scorso anno, sempre realizzata in co-marketing con Eurochocolate.
Per la prima volta il 40% del volume di raccolta proviene da aree esterne all’Umbria, ovvero Lazio, Marche, Abruzzo, Milano e Torino.
Grande anche l’interesse dimostrato per l’iniziativa tramite i canali online attivati dalla banca: circa 150 richieste d’informazione su www.chocogold.it e 200 contatti per l’infoline, mentre sono stati più di 1.000 i “mi piace” sul social Facebook BPS durante la campagna.
“Il nuovo risparmio raccolto – afferma il Direttore Generale di Bps Francesco Tuccari – consentirà alla banca di concedere nuovi prestiti e mutui a famiglie e imprese dei territori dove siamo presenti. Progetti di di questo tipo rappresentano un volano concreto di rilancio dell’economia locale. Infatti, la prima iniziativa di reimpiego di questa raccolta, già concordata con la Regione Umbria è un prestito a condizioni di favore che la nostra banca ha già deliberato a sostegno delle aziende umbre colpite dall’alluvione.”


Condividi su:


Aggiungi un commento