Pmal Terni, sindacati scrivono al Ministro Trenta

Pmal Terni, sindacati scrivono al Ministro Trenta

“Rischio mancata copertura posti disponibili”

share

In data 03 luglio scorso, sono stati pubblicati sul sito dei concorsi della Direzione Generale del Personale Civile della Difesa gli esiti delle prove scritte del concorso per dieci assistenti tecnici, bandito a gennaio 2018, di cui sei per il Polo di Mantenimento delle Armi Leggere di Terni.

“Purtroppo tale risultato è del tutto insoddisfacente  – si legge in una nota congiunta dei sindacati – a causa dello squilibrio tra le prove scritte e i compiti propri dei profili in oggetto. La difficoltà inusuale della prova scritta ha generato un numero davvero esiguo di ammessi alla prova orale, solamente 14 unità, su circa novecento domande, con il concreto rischio della mancata copertura dei pochi posti disponibili.

Le RSU e le OO.SS. del Polo ternano, si chiedono come si possano prevedere compiti di matematica, fisica dei materiali metallici, termodinamica, inglese, statistica, ecc., con difficoltà risolvibili, forse, solo da chi in possesso di specifica preparazione di livello universitario o di diploma di laurea, quando per l’accesso ai profili messi a concorso era richiesto solo il diploma di scuola secondaria superiore e, soprattutto, le mansioni cui destinare tali candidati una volta assunti saranno di carattere esecutivo ed inizialmente elementare anche se nell’ambito di lavorazioni di tipo meccanico.

Quanto sopra, unitamente alla legge 244/12 – che prevede la drastica riduzione entro il 2024 degli organici del personale civile della Difesa (di cui i sindacati hanno chiesto la sospensione), contestualmente al perdurante blocco del turnover, impedirà il ricambio generazionale e il mantenimento del prezioso know how acquisito dal personale in servizio, determinando l’inevitabile prossimo collasso della capacità produttiva del PMAL di Terni e la sua inevitabile chiusura.

I temi suddetti sono stati inoltre comunicati direttamente al Comandante Logistico dell’Esercito – Generale di Corpo D’Armata Francesco Paolo FIGLIUOLO – durante la riunione del 04 luglio scorso con i Coordinatori Nazionali della Difesa di FP CGIL CISL FP E UIL PA, in previsione della sua prossima audizione davanti alla Commissione Difesa del Senato, presieduta dalla senatrice Donatella TESEI.

È ormai indispensabile, pertanto, varare un corposo piano straordinario di assunzioni, anche attraverso la creazione di centri di formazione presso il Polo (le ex scuole allievi operai), unitamente a percorsi innovativi di reclutamento del personale, in possesso di titoli di studio attinenti alle future mansioni da svolgere, più celeri e attagliati alle esigenze funzionali e ai compiti dell’Ente, peraltro individuati e stabiliti con il decreto ministeriale del 31 dicembre 2014″.

share

Commenti

Stampa