Petizione contro il degrado, sopralluogo a Madonna Alta

Petizione contro il degrado, sopralluogo a Madonna Alta

Nel quartiere la Commissione urbanistica insieme al Comitato: le criticità


share

Sopralluogo nel quartiere di Madonna Alta per i membri della Commissione comunale Urbanistica. Una richiesta unita a quella di ascoltare il Comitato Borgo Storico di Madonna Alta per approfondire le problematiche del quartiere esposte con un’apposita petizione e a realizzare gli interventi immediatamente cantierabili, nonché di programmare gli altri, comunicando tempi e modalità degli interventi.

Alcuni cittadini residenti nel quartiere di Madonna Alta avevano infatti presentato all’Amministrazione una petizione per segnalare una serie di situazioni di degrado e abbandono presenti nelle aree pubbliche della zona. In particolare nell’Area Verde Genna 2 e nelle vie Beata Angela da Foligno, S. Scolastica, Adelaide, Eleonora, Renata, Ada, Achille Grandi, G. Di Vittorio,  Eugenio Curiel, Strada Vicinale S. Pietrino, Pontani.

In particolare, i residenti chiedono maggiori interventi da parte dell’Amministrazione per rendere più fruibile il parco Genna 2, molto frequentato dai residenti e utilizzato anche per raggiungere i plessi scolastici Pascoli e Kennedy.

I cittadini, nella petizione, chiedono cure più puntuali, specie per quanto riguarda la presenza di rami pericolanti e la periodica potatura delle piante, implementazione dell’accessibilità all’area, attraverso la creazione di appositi percorsi calpestabili e fruibili anche in caso di maltempo, una manutenzione più attenta e adeguata del parco l’installazione, all’interno dell’area, di luci LED che migliorino la visibilità notturna e di telecamere di videosorveglianza per una maggiore sicurezza dell’area che –secondo quanto riportato nell’atto – nelle ore notturne è spesso meta di bivacchi, di spacciatori o soggetti che fanno uso di sostanze stupefacenti (sono state anche rinvenute siringhe usate, sporche di sangue), di cui gli stessi cittadini hanno più volte avvisato le forze dell’ordine.

Altra richiesta, una più assidua presenza dei vigili urbani contro la sosta selvaggia in alcuni punti e interventi sulla segnaletica orizzontale, il manto stradale, la viabilità.

Nel corso del sopralluogo odierno sono stati segnalati dai cittadini una serie di problemi dei quali si chiede la risoluzione al Comune. Nell’area posta di fronte alla parrocchia emerge l’insufficienza dei posti auto per l’utenza; per questo si chiede, se possibile, un ampliamento dell’area destinata al ricovero delle auto. Parimenti i cittadini chiedono di poter regolamentare l’uso del campetto da calcio al fine di garantire un utilizzo al servizio di tutti e non solo di alcuni. Allo stesso tempo vi è la necessità di mettere in collegamento il campetto con il sottostante cva, al fine di permettere l’utilizzo delle strutture igieniche.

La delegazione si è poi trasferita nella parte storica di Madonna Alta, il cosiddetto “borgo vecchio”, ove sono state segnalate diverse criticità a partire dal “parcheggio selvaggio” lungo i lati di via Beata Angela da Foligno, unica strada di accesso all’importante area.

Le principali problematiche, tuttavia, riguardano, a detta dei residenti, l’ampia area verde posta alle spalle della scuola Kennedy e del complesso sportivo Griphus. L’area, pur se di pregio, appare scarsamente fruibile per ragioni legate alla sicurezza ed alla scarsa manutenzione di alberi, panchine, giochi per bambini, forazze.

I cittadini del luogo, dunque, chiedono al Comune che si intensifichi la presenza della polizia municipale nell’area e che si proceda alla riqualificazione dell’area verde, affinché la stessa possa diventare maggiormente vivibile a beneficio della collettività.

share

Commenti

Stampa