Perugia, sigilli allo studio del medico indagato per omicidio colposo

Perugia, sigilli allo studio del medico indagato per omicidio colposo

Nessuna autorizzazione sanitaria per praticare agopuntura | Melelli Roia avrebbe prescritto una terapia di agopuntura e digiuno ad una paziente malata di sclerosi multipla e morta a giugno


share

Il sequestro preventivo dello studio medico di Massimo Melelli Roia, indagato per omicidio colposo dopo la morte di una paziente che si era sottoposta alla terapia del digiuno per curare i sintomi della scelrosi multipla.


Morire di dieta, settimane ad acqua e agopuntura | Il marito “era malata e così l’hanno uccisa”


A convalidare il sequestro, su richiesta del pm Gemma Miliani, il vip Valerio D’Andria. A seguito di un blitz dei Nas  effettuato l’8 agosto si è deciso di porre i sigilli allo studio medico in via Magno Magnini a Perugia per mancanza di autorizzazione sanitaria regionale per praticare l’agopuntura l’udienza in tribunale è prevista per settembre.

La vittima, una donna di 57 anni, originaria della Sardegna, è morta a Perugia, dove si trovava per sottoporsi ad una terapia per perdere peso. Maria Carmela De Mulo, questo il suo nome, era malata di sclerosi multipla, anche se la sua malattia era ancora ad uno stadio iniziale, tanto da consentirle la normale deambulazione.


Morta dopo la dieta, l’autopsia “Carmela uccisa da un’ulcera” va indagato il nesso


 

share

Commenti

Stampa