Perugia, Boccali prove di squadra: i nomi / Corteggiamento a colpi di lettere, su FB / L'ultima di Giacopetti - Tuttoggi

Perugia, Boccali prove di squadra: i nomi / Corteggiamento a colpi di lettere, su FB / L'ultima di Giacopetti

Redazione

Perugia, Boccali prove di squadra: i nomi / Corteggiamento a colpi di lettere, su FB / L'ultima di Giacopetti

Mer, 09/04/2014 - 12:43

Condividi su:


Aggiornamento delle 17:45

Non ci sta il segretario comunale PD Francesco Giacopetti ai diktat di Anna Rita Fioroni post su post le risponde pubblicamente, in quello che sembra un corteggiamento lungo e difficile. Tutto a colpi di pubbliche missive, commenti, paletti e condizioni. Così l'ultimo post del segretario. Per ora:

Cara Anna Rita Fioroni,
sono sinceramente colpito e amareggiato dalle parole che mi rivolgi. E sento, a questo punto, il dovere di rispondere, con serenità e responsabilità, alle questioni sollevate anche in nome della comunità che rappresento. Mi preme innanzitutto precisare che comporre una lista dei candidati non significa trascrivere proposte di nomi a prescindere da ogni convenzione, contesto, regola, modus. Il Pd è una comunità di persone e di idee, alle quali, ovviamente, va data adeguata visibilità e rappresentatività, ma non a prescindere da alcuni criteri generali. Rischiamo, altrimenti, di contorcerci in discussioni sterili e vuote, per nulla profonde e aperte alle problematiche della città e della società cittadina. Sono orgoglioso, dunque, della presenza in lista di persone che rappresentano il mondo delle professioni e dell’imprenditoria, vicine a donne e uomini di partito che negli anni hanno contribuito in misura determinante a far crescere il Pd e il centrosinistra, impegnandosi per il territorio e per la città. Quello che dobbiamo assolutamente evitare, allora, è confondere il proprio ruolo e quello deI Partito. Ecco perché non possiamo tollerare che si faccia la voce grossa o che si lancino ultimatum. E tanto più che lo si faccia amplificando il gesto attraverso media e social. Siamo al lavoro, ovviamente, perché a ciascuna delle sensibilità che fanno la ricchezza del partito sia data adeguata visibilità, senza dimenticare che esistono molti modi di portare il proprio contributo in termini di idee e progetti. E’ anche per questo che abbiamo rinnovato l’invito ad Anna Rita Fioroni di essere la nostra capolista. Per quanto riguarda le proposte da te avanzate in ordine alle candidature non posso che limitarmi a risottolineare che quelli che Fioroni definisce “motivi risibili e ingiustificabili” sono, in realtà, criteri di selezione che il Pd ha condiviso nel nome del rinnovamento, del cambiamento e del buon senso e che hanno comportato in diversi casi rinunce importanti. Criteri che ci suggeriscono di non ricandidare persone già in lista cinque anni fa e non elette o di calibrare adeguatamente il peso delle candidature su tutto il territorio comunale. Regole, convenzioni, criteri non possono piegarsi a proprio piacimento. Spero vivamente che il percorso di composizione della lista possa ritrovare serenità e unità d’intenti grazie alla responsabilità e alla generosità di tutti.
Un saluto

————————————–

Aggiornamento delle 13.20

Non è finito il tira e molla tra la Fioroni ed il PD. Pochi minuti fa, la sfidante di Boccali alle primarie del Pd, ha spiegato le ragioni per cui non sarà capolista e commenta negativamente il trattamento riservato ai propri rappresentati nella lista, in una lettera indirizzata al segretario comunale dei democratici Francesco Giacopetti.

“Caro Segretario,

con la presente lettera sono a confermarti la mia volontà a partecipare alla imminente campagna elettorale per le prossime amministrative. L’esito della assemblea di ieri sera, non avendo avuto comunicazione ufficiale, mi si presenta confuso e incerto per ciò che riguarda la disponibilità o meno ad inserire in lista i candidati Simone Minestrini e Francesca Bardelli da noi proposti quale migliore candidatura possibile soprattutto avendo come primaria finalità il bene del partito democratico e coerentemente alla nostra idea di rinnovamento ed alla volontà di apertura alla società civile. Come già esposto pubblicamente, oltre che nei nostri colloqui privati, mi e' sembrata perciò sterile la richiesta di sostituire, a mo’ di pedine, tali nominativi con altri candidati peraltro con motivi quantomeno ingiustificabili. Ci è stata chiesta la disponibilità a fornire dei nomi e così abbiamo fatto. Ora ci viene detto che quei nomi non sono adeguati. Vorrei sottolineare che chi ha sostenuto, all' interno del partito, la mia candidatura lo ha fatto perche' credeva nel punto politico, ovvero nella necessità di un confronto su un Programma di Rinnovamento concepito per il bene comune e non come interesse di parte o secondo logiche di potere. Ti chiedo perciò di sciogliere le riserve entro e non oltre le prossime 24 ore così da avere, come è giusto che sia e come vale per tutti, il tempo necessario per lavorare al meglio in previsione delle prossime amministrative. Non sono nelle condizioni di potere accettare ulteriori proroghe di tempo che potrebbero mettere i nostri candidati in difficoltà. Colgo l’occasione per ribadire – rispetto alla nota a mezzo stampa espressa dal Segretario regionale del PD Giacomo Leonelli – che non sono mai stata sull’Aventino né ho mai preteso la quota-partito. Sono disponibile, come già detto poc’anzi, a fare la campagna elettorale con l’onestà intellettuale che mi contraddistingue. La stessa che mi ha portato a rifiutare la proposta di svolgere il ruolo di capolista non essendomi stato mai riconosciuto il risultato ottenuto nelle Primarie, avvalorato anche dal fatto che sono messi in discussione le candidature espresse dal gruppo che rappresento. Il ruolo di capolista poteva essere deciso prima che noti esponenti di partito e delle istituzioni si esprimessero con giudizi irriguardosi ed offensivi in riferimento alla mio impegno politico nella cui scia si inserisce anche l’odierna comunicazione del Segretario regionale”.

Cordiali saluti
Anna Rita Fioroni

———————–

“L’assemblea comunale di ieri sera ha aggiunto un nuovo importante tassello al percorso verso le amministrative di maggio”. Così il segretario comunale del Pd di Perugia Francesco Maria Giacopetti, che aggiunge: “Ora il Pd è in campo con un candidato sindaco rafforzato da una vittoria netta alle primarie del 2 marzo, insieme a una coalizione rinnovata e solida, che ha definito, in uno spirito di confronto e partecipazione, un’idea condivisa per Perugia; una coalizione che riafferma alleanze consolidate e che si apre a contributi nuovi, raccogliendo una sfida importante e nel tentativo di assecondare la richiesta di cambiamento che viene dai cittadini.

Da ieri, infine, il Pd ha in campo una squadra competitiva, di donne e uomini di qualità, rappresentativi del territorio e delle diverse sensibilità politiche che il Pd racchiude, di persone preparate, capaci e generose”. “Il nostro obiettivo – dice Giacopetti – è capitalizzare quanto di buono è stato fatto, rimuovendo incrostazioni antipatiche e allargando il nostro sguardo con lo spirito che deve appartenere a chi si candida a guidare il governo della città con coraggio, responsabilità, lungimiranza, e generosità. I nostri temi saranno quelli più vicini alla nostra realtà, a quello che significa essere alla guida di una città in un’epoca complicatissima”.

“Ieri sera abbiamo, dunque, ufficializzato – ancora il segretario – una parte della squadra che avrà il compito di approfondire e arricchire questi temi. E’ stata votata all’unanimità una lista che dà il senso dell’innovazione e dell’apertura alla città del Partito Democratico. Rimangono aperti alcuni spazi di riflessione, soprattutto in merito alla rappresentanza di alcune sensibilità del partito cittadino. Dall’assemblea dei democratici è anche emersa la richiesta di capitalizzare il contributo di Anna Rita Fioroni, alla quale è stato nuovamente chiesto di entrare in lista e guidarla. Ci siamo presi qualche ora di tempo per perfezionare e completare la squadra. Sono fiducioso del fatto che nelle prossime ore – conclude Giacopetti – arriveremo a un approdo condiviso che dia il senso dell’inclusione e della volontà di essere partito aperto e partecipato”.
I candidati:
ALUNNI GRADINI Fabrizio,

BIANCIFIORI Anna Maria,

BISTOCCHI Sarah,

BISTONI Emilio,

BORGHESI Erika,

BORI Tommaso,

BRUGNONI Simona,

CAVALAGLIO Patrizia,

CHIFARI Antonino,

CONSALVI Claudio,

GIULI Paolo,

LUBELLO Francesco,

LUPATELLI Federico,

MANUALI Valentina,

MARIUCCINI Nicola,

MEARINI Francesco,

MENCARONI Diego,

MICCIONI Leonardo,

MIRABASSI Alvaro,

PARLAVECCHIO Franco,

PARRETTI Damiano,

RAGNI Michele,

RANFA Elena,

RAPASTELLA Irene,

ROSSI Daniele,

SERLUPINI Silvia,

SPINELLI Paola Iole,

VEZZOSI Alessandra

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!