Perugia, assistenza disabilità: cambia appalto, 60 lavoratori lasciano

Perugia, assistenza disabilità nelle scuole: cambia appalto, 60 lavoratori lasciano

Redazione

Perugia, assistenza disabilità nelle scuole: cambia appalto, 60 lavoratori lasciano

Dom, 09/01/2022 - 07:20

Condividi su:


Ecco la lettera inviata al sindaco Andrea Romizi

Rivoluzione nel servizio di assistenza scolastica dei ragazzi con disabilità del Comune di Perugia. Da lunedì 10 gennaio, 60 dei 120 educatori non torneranno al lavoro dopo il cambio di appalto. A spiegare le motivazioni una lunga lettera, che i lavoratori hanno inviato al sindaco Andrea Romizi.

Cambio d’appalto: i lavoratori non tornano

Gentile Sindaco – scrivono – siamo gli Educatori e le Coordinatrici che hanno gestito fino a Natale il servizio di Assistenza scolastica rivolto agli alunni con disabilità della nostra città. Non lo faremo purtroppo alla ripresa della scuola lunedì. Come sa bene, con una gara d’appalto condotta a metà anno scolastico il servizio ora è stato aggiudicato a un’azienda lombarda“.

Gli operatori dispiaciuti

“L’équipe delle Coordinatrici e degli Educatori da loro proposta è stata valutata migliore della nostra. Ne siamo profondamente dispiaciuti, ma ad oggi questa è la realtà. Non vogliamo allora che si dica, tanto meno da parte dell’Amministrazione comunale, che se il servizio non dovesse essere all’altezza delle promesse altrui e se cesseranno molte continuità relazionali tra noi, i nostri ragazzi e le nostre scuole, sia colpa nostra. E’ una cosa che ci indigna, la beffa che si aggiunge al danno“, spiegano.

“Non siamo sacchi spostabili”

Ribadiscono di essere “persone adulte e libere, non siamo burattini. Nessuno può tirarci per la giacca e tanto meno considerarci alla stregua di sacchi spostabili da un magazzino a un altro, come se le cooperative fossero scatole vuote tutte uguali. La ‘clausola sociale’ è un nostro diritto soggettivo, non certo un obbligo a passare con un’azienda lombarda a noi sconosciuta. A noi costa molto (i nostri ragazzi, le famiglie e le scuole lo sanno benissimo) rinunciare a un servizio che svolgiamo da anni. Ma siamo cooperatori sociali perugini e sarebbe ancora più penoso diventare dipendenti di un soggetto ignoto e lontano, lasciando la cooperativa che ci appartiene e con cui ci diamo lavoro per cercare di essere utili in tanti settori della vita sociale cittadina. Pensiamo che questa nostra scelta personalissima meriti rispetto, persino stima e apprezzamento. Le critiche più o meno velate che ci vengono mosse contengono, secondo noi, anche un cortocircuito logico incomprensibile”.

Il cortocircuito

Il dubbio e il cortocircuito di cui parlano è questo: “Se la continuità assistenziale ed educativa era veramente una necessità primaria in questo servizio, è sensato che siano state premiate l’offerta e l’équipe di lavoro di un soggetto estraneo alla nostra città? Ognuno si assuma le proprie responsabilità. La Sua Amministrazione, legittimamente, ha scelto la gara d’appalto e questa ha condotto a un cambiamento. Come si può ora pretendere che tutto resti com’era? E’ ovvio che, se si cambia, le cose saranno diverse. Altrimenti il nuovo gestore a cosa serve e cosa apporta? E quale sarebbe la novità che è stata preferita? RingraziandoLa per l’attenzione, siamo ben disponibili a parlarne di persona“.

Le firme

Quindi le firme: Monica Baiocco Ivan Bartolini Luigi Bettelli Alessia Biagiotti Chiara Bifarini Miriam Billeri Sara Boila Hanane Boudrouss Gianluca Brugoni Simona Bruno Simonetta Bruschini Nastascia Bucarini Andrea Caggianese Sante Camassa Marta Castellani Marta Cesarini Angela Cesario Monica Dittamo Barbara Fabrizi Chiara Farinelli Silvia Fedon Francesca Fiorucci Ambra Formichetti Loredana Frattegiani Eugenio Grazioli Patrizia Greco Manuele Liberati Paolo Licitra Laura Longetti Clorinda Mancini Francesca Manfredi Debora Milani Antonio Monzillo Maria Luisa Moriconi Grazia Motolese Nicola Papa Alessandro Parisi Marie Lena Patron Fulvio Pazzaglia Massimo Presciutti Emanuele Principi Maddalena Proietti Quadrelli Michele Quintavalle Daniele Nicola Rallo Filippo Rizzi Alessandra Rosati Daniela Salvucci Pamela Sciamanna Sheila Silva Huanuco Valentina Tassi Arianna Tei Giulia Tonelli Eleonora Truffarelli Caterina Vermicelli.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!