Perugia anche oggi tra le più calde d'Italia, il piano varato dal Comune

Perugia anche oggi tra le più calde d’Italia, il piano varato dal Comune

Redazione

Perugia anche oggi tra le più calde d’Italia, il piano varato dal Comune

Scatta il livello III di allerta della protezione civile
Gio, 02/07/2020 - 07:45

Condividi su:


Perugia anche oggi tra le più calde d’Italia, il piano varato dal Comune

Anche oggi Perugia tra i capoluoghi più caldi d’Italia. Livello di allerta 3. E temperatura massima a 32 gradi, con un alto gradi di umidità che fa aumentare la percezione di afa e disagio.

Il Piano comunale

E la Giunta comunale vara il piano comunale di protezione civile per la gestione delle ondate di calore.

Il documento, illustrato in aula dall’assessore con delega alla Protezione civile Luca Merli, riporta le azioni e le procedure da mettere in atto per prevenire o ridurre gli effetti di possibili ondate di calore sulla salute dei soggetti considerati a “rischio”. E si sviluppa in quattro sezioni:

1 – Attività informativa;

2 – Valutazione delle condizioni di rischio;

3 – Attività di prevenzione del danno;

4 – Interventi in emergenza.

I 4 livelli di attivazione

Il sistema prevede, sulla base dei bollettini meteo trasmessi nel periodo estivo dal Dipartimento della Protezione Civile a cura del Centro di Competenza Nazionale, l’individuazione di quattro livelli di attivazione:

-Livello 0 “no disagio“: sono previste condizioni meteorologiche che non comportano rischi per la salute della popolazione;

-Livello 1 “debole disagio“: sono previste temperature elevate e/o un’ondata di calore entro le successive 72 ore;

-Livello 2 “disagio“: sono previste temperature elevate e/o un’ondata di calore della durata di almeno 48 ore nelle successive 72 ore;

-Livello 3 “forte disagio” le condizioni meteo di livello 2 sono previste per una durata per 3 o più giorni consecutivi:

In caso di necessità, per ciò che concerne il livello 3, su segnalazione della Centrale dei vigili urbani, sono previste nel piano azioni specifiche volte al sostegno di coloro che subiranno gli effetti negativi delle ondate di calore. E’ prevista, nei casi di necessità da valutare volta per volta, anche l’attivazione della sala operativa comunale a supporto della popolazione.

Merli: Comune in prima linea nella gestione delle criticità

“Con questo provvedimento – ha commentato l’assessore Luca Merli – il Comune di Perugia si conferma in prima linea nell’attuazione delle politiche a sostegno della popolazione in occasione di eventi contraddistinti da particolare criticità. Come dimostrato nel corso dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19, il nostro corpo di protezione civile si contraddistingue per l’alta professionalità degli operatori e per un’attenzione assoluta ai bisogni della popolazione soprattutto nei momenti più difficili. Tra questi, purtroppo, spicca anche la questione delle ondate di calore, sempre più frequenti nei periodi estivi a causa del continuo e costante innalzamento delle temperature. Si tratta di situazioni che vanno monitorate con la massima attenzione perché colpiscono in particolare quelle fasce della popolazione più deboli ed indifese, come ad esempio gli anziani. Ebbene il Comune di Perugia, di fronte a dati in costante crescita, ribadisce il proprio impegno nella lotta ai cambiamenti climatici, con l’obiettivo di favorire le pratiche virtuose ed un aumento della qualità della vita. Nel contempo, però, confermiamo il nostro massimo impegno nella gestione di tutte le emergenze, a fianco della popolazione e grazie al lavoro, incessante, dei nostri volontari e funzionari”.