Pendolari, Orte-Falconara non sarà realizzata. Sp e Ac “Sindaco illude" | La replica - Tuttoggi

Pendolari, Orte-Falconara non sarà realizzata. Sp e Ac “Sindaco illude” | La replica

Redazione

Pendolari, Orte-Falconara non sarà realizzata. Sp e Ac “Sindaco illude” | La replica

Mer, 20/01/2021 - 08:00

Condividi su:


Il raddoppio della direttrice ferroviaria Orte-Falconara, atteso da anni dai pendolari e passeggeri delle tre regioni di Lazio, Umbria e Marche, non sarà realizzato. Almeno per ora, ovvero per un po’ di anni.

E’ la doccia gelata che arriva dalle due liste civiche di Spoleto popolare e Alleanza civica che stigmatizzano il comunicato stampa del sindaco di Spoleto che lunedì aveva salutato con un plauso “l’inserimento del raddoppio della linea ferroviaria” nel Piano nazionale di ripresa e resilienza predisposto dal Governo Conte per il Next generation EU. Nota che aveva incontrato la soddisfazione del locale Comitato pendolari.

“Finanziate solo fasi iniziali”

Vorremmo far notare al Signor Sindaco che i progetti per il raddoppio della Orte Falconara sono compresi nei Progetti legati al Recovery Fund ma stiamo parlando delle fasi iniziali e non dell’intervento di raddoppio della linea” scrivono i consiglieri Ilaria Frascarelli (Sp), Gianmarco Profili e Roberto Settimi (Ac).

Citiamo fedelmente le parole di pagina 105 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza: “lo stato di avanzamento delle progettazioni non consente di prevedere il completamento di questi nuovi assi, per cui nel Recovery Plan sono comprese le prime fasi di questi impegnativi investimenti” e non la realizzazione del raddoppio della Orte Falconara e neanche quello della Roma Pescara. I piani Next Generation Italia devono essere cantierati entro il 2023 e realizzati entro il 2026. Obiettivo impossibile per opere di questa portata. Fare un comunicato come quello di ieri dell’Amministrazione potrebbe creare false aspettative nella cittadinanza”. La doccia gelata per i pendolari della Orte-Falconara.

“Titoli tanti ma pochi fatti”

Poi l’affondo al primo cittadino: “La cosa che ci preoccupa di più è se invece è proprio il Primo Cittadino a crederci. È evidente infatti che l’opera non sarà realizzata, perché non è già programmata, e se si lascerà cullare dal tempo, invece di portare avanti e seguire ed incentivare la fase di progettazione, rischiamo di non raggiungere il risultato”.

È il problema che abbiamo spesso visto in questi anni di Giunta De Augustinis…titoli tanti ma pochi fatti. Come per le scuole…tanti titoli ma pochi cantieri! Vogliamo parlare della scuola di Beroide, della Toscano o della Dante? Tanti titoli, date non rispettate, finanziamenti pronti, ma i cantieri quando? Promesse, speranze e pochi pochissimi fatti. Bisogna lavorare ai progetti per renderli effettivi e vedere le opere realizzate.

Tanti plausi ma non bisogna fermarsi e gratificarsi della prima buona notizia. Bisogna lavorare per ottenere i risultati finali”.

La replica del sindaco

Se non siamo più in grado di considerare una buona notizia il potenziamento della linea Orte-Falconara, inserita tra i progetti finanziabili dal Recovery Fund, significa che quasi nulla può esserlo”. Risponde così il Sindaco Umberto de Augustinis ai consiglieri di Spoleto Popolare e Alleanza Civica Ilaria Frascarelli, Roberto Settimi e Gianmarco Profili che hanno contestato la soddisfazione espressa nei giorni scorsi dal primo cittadino.

La bozza del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza andrebbe letto tutto, evitando di utilizzare solo quelle parti utili a coltivare interessi di parte e a sollevare sterili polemiche.

Lo dico perché quando leggiamo nel PNRR che per lo sviluppo infrastrutturale dell’Italia centrale sono previsti gli interventi per il potenziamento delle linee trasversali appenniniche, compresa la Orte-Falconara (Ancona) o che per entrambi le direttrici lo stato di attuazione degli investimenti candidati al finanziamento vede interventi in corso di realizzazione e l’avvio di nuove proposte di potenziamento per le quali è stato recentemente avviato un confronto con le Regioni, preliminare allo sviluppo delle progettazioni, non possiamo che constatare la positività di tutto ciò, per Spoleto e per l’intero territorio.

D’altronde il lavoro che si sta portando avanti, grazie all’attenzione e all’impegno dell’assessore Melasecche che, come il sottoscritto, ha giustamente espresso soddisfazione per questo, è incentrato anche al miglioramento dei collegamenti viari e ferroviari, senza i quali la nostra città sarà sempre tagliata fuori dalle principali vie di comunicazioni.

In questo momento è doveroso assumere un atteggiamento di fiducia verso le opportunità che, indipendentemente dai termini di scadenza, vanno assolutamente valorizzate tutte”.

(aggiornato alle ore 16.55)

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!