Pellegrino a Santiago de Compostela, Daniele Franchi torna a Norcia - Tuttoggi

Pellegrino a Santiago de Compostela, Daniele Franchi torna a Norcia

Sara Fratepietro

Pellegrino a Santiago de Compostela, Daniele Franchi torna a Norcia

Concluso in due settimane il pellegrinaggio del giovane nursino | Ha percorso a piedi quasi 800 km, non senza qualche imprevisto
Mer, 18/10/2017 - 17:13

Condividi su:


Pellegrino a Santiago de Compostela, Daniele Franchi torna a Norcia

Ha percorso a piedi quasi 800 km in 15 giorni ed oggi ha raggiunto il suo obiettivo: Daniele Franchi è arrivato a Santiago de Compostela. Il 25enne partito da San Pellegrino di Norcia il primo ottobre per raggiungere la Francia e da qui partire a piedi verso il santuario spagnolo, ha portato a segno la sua missione in un quarto del tempo che aveva previsto. Pensava di metterci due mesi, prendendosela con comodo, per compiere il cammino francese che porta a Santiago, attraversando Francia e Spagna. Invece gli sono bastate appena due settimane.


Da Saint Jean a Santiago di Compostela, iniziato il viaggio di Daniele Franchi


Ho semplicemente camminato” racconta lui. Che ha deciso di compiere il pellegrinaggio dopo le difficoltà davanti a cui la vita lo ha messo negli ultimi tempi. Prima un tumore, poi il terremoto. Daniele ha affrontato l’uno e l’altro, tra le chemio fatte mentre era sfollato nella tendopoli di San Pellegrino di Norcia, ed ha vinto. Ha deciso per questo di partire, per un’esperienza personale, ma anche per far parlare del terremoto e della sua terra.

Non sono mancate le difficoltà, però, anche in questo caso. Fermato per controlli da parte delle forze dell’ordine – le verifiche sono aumentate per via del terrorismo, ma anche per la delicata situazione politica in Spagna – si è trovato in mezzo anche agli incendi che hanno interessato la Galizia, alimentati dai venti dell’uragano Ophelia. Niente lo ha fermato ed ha proseguito spedito il cammino. “Purtroppo sono capitato in un momento non facile per la Spagna sia per gli incendi ma soprattutto per la situazione politica, mi sono trovato anche in mezzo a manifestazioni” spiega Daniele Franchi. Il cui abbigliamento consueto (gli abiti mimetici che indossa sempre) non lo ha aiutato in questo contesto. Ma alla fine non ha avuto particolari problemi.

“Da un viaggio del genere – spiega – capisci e impari tante cose che normalmente nella vita di tutti i giorni neanche immagini. È stata una bella esperienza, una volta arrivato a Santiago mi sono sentito bene dopo aver fatto tanti km” 

Ora è già pronto a ripartire. In pullman viaggerà fino a Nizza, per poi rientrare in Italia in treno. A Norcia, ed in particolare nella sua San Pellegrino, sono tutti in attesa di riabbracciarlo dopo questa importante esperienza.


Condividi su:


Aggiungi un commento